Le ONG del salvataggio in mare sono organizzazioni criminali

C’era da sospettarlo da subito che quelle organizzazione erano certamente finanziate a colpi di decine di milioni di €uro dai destabilizzatori speculatori modello GEORGE SOROS.

Da qualche giorno circola la notizia che un magistrato della Procura di Catania  avrebbe dichiarato che ci sono chiari indizi sulla collusione tra trafficanti scafisti e le organizzazioni denominate ONG per il traffico a scopo di lucro dei presunti migranti o profughi da improbabili disagi.

Le ONG del soccorso navale, tutte costituite ultimamente con fondi di dubbia provenienza si prodigano in acque territoriali libiche al trasbordo da natanti pirata a navi più sicure e in regola con le leggi marittime, che anticipando la Marina Militare italiana, avendo canali di comunicazione riservati e criptati, garantiscono la sicurezza sia dei migranti che degli scafisti che non vengono arrestati e le imbarcazioni non sequestrate.

Il magistrato della Procura di Catania è stato contestato e redarguito dalle cariche politiche e dai membri del CSM, vorrebbero impedirgli di indagare e anche di parlare.

Questo comportamento dimostra chiaramente e inequivocabilmente che esistono interessi e corruzione in tutti i settori istituzionali dello stato, infatti gli indizi non sono prove, ma certamente non si deve trascurarli e quindi l’indagine deve essere effettuata con precisione e dove fossero ravvisati reati dovranno essere sottoposti a sequestro tutti gli strumenti utilizzati al compimento dei crimini e arrestati i criminali responsabili della tratta degli schiavi.

Sub-saharan migrants are seen aboard an overcrowded raft as others are seen onboard a rescue boat, during a rescue operation by the Spanish NGO Proactiva Open Arms in the central Mediterranean Sea, 21 miles north of the coastal Libyan city of Sabratha, February 3, 2017. REUTERS/Giorgos Moutafis

Questi furboni a scopo di lucro targati ONG appoggiati dal potere politico corrotto, dalle organizzazioni religiose e dai cretini che li approvano stanno destabilizzando l’Italia e compiendo il “Piano Kalergi”.

Il “Piano Kalergi” prevede la sostituzione della popolazione europea, in particolare iniziando da quella delle nazioni che hanno le loro coste sul mare Mediterraneo, il “sostituzionismo” avrà diverse fasi, la più orrenda sarà il genocidio del popolo italiano per mano dei migranti, che prenderanno possesso dei nostri beni, case e infrastrutture e noi italiani se riusciremo a fuggire al massacro, saremo i futuri profughi che nessuno vorrà accogliere.

Ecco perchè insisto nell’affermare che questi criminali andrebbero eliminati prima di arrivare al punto di non ritorno, che io chiamo la “curva dell’italiano morto”.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Erano gli anni 90

welcomwsaraievo

Il mondiale di calcio lo vinse la Germania Ovest, le fosse comuni in Serbia le vide solo la Comissaria europea Emma Bonino che corse all’Aia a chiedere un bombardamento Nato sulla Croazia e “viceserva”, Massimo Dalema casualmente al governo concesse le basi militari italiane per sferrare gli attacchi al Kossovo, poi la Nato portò 3000 mujaedin a dalemabombardiereSrebrenica e rimase a guardare il massacro di una città, mentre la Bonino seduta sul divano di Soros rideva e scherzava promettendo altri ottimi lavoretti, cazzo, erano gli anni 90, in Italia c’era Di Pietro che mozzava le teste a Milano con Brosio felice su Rete4 faceva la cronaca da via Freguglia, mentre l’andrangheta con tonellate di cocaina colombiana inquinava la falda acquifera, l’ortotteo di Genova il più grande sparacazzate del momento, da Telepiù, alzando l’odience a pagamento e ogni tanto dalla TV Svizzera Italiana, per ottimi cachet faceva spettacolini infami, ubbidiva agli amici del Britannia, con la campagna diffamatoria contro i socialisti italiani, gli unici che si opponevano alla svendita dei gioielli d’Italia.

E giù bombe un po’ d’appertutto, attentati vari in Italia, attacco alla Lira 30mila miliardi regalati a Soros, bravo Ciampi, crociera del Britannia, svenduto tutto, contratti a termine per tutti, i comunisti senza fondi sovietici, diventano democratici e Berlusconi inizia a colonizzare l’ex Unione Sovietica con le ballerine e i nani, gli italiani pagano il pizzo dell 1 x 1000 a Giuliano Amato, il segreto bancario per effetto di legge del governo Dini va a farsi fottere, Craxi capisce che il paese è in mano alla criminalità molto organizzata dai furbi di Telaviv e taglia la corda, e bene ha fatto, in campo scende il figaiolo di Arcore e vince il suo primo Governo, inizia la seconda Repubblica tutti in conflitto d’interesse, come se prima non ci fosse, inflazione del 30% esplosione del debito pubblico, una colonia con un popolo di pirla non poteva che essere così, un paese di merda.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

 

C’è un ordine “fate silenzio sul 1992”

Su i fatti del 1992 è calato il silenzio, le bombe che uccisero Falcone e Borsellino hanno consentito oltre che a eliminare due importantissimi esponenti della magistratura a porre una spessa cappa blindata su alcuni fatti sconcertanti e gravissimi accaduti in quel tristissimo anno.

Dalla crociera del Britannia alle stragi, dalle responsabilità mai chiarite del disastro doloso del Moby Prince, l’assassinio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, coraggiosi giornalisti che avevano consacrato la loro esistenza alla ricerca della verità, ho chiesto per posta FB a Enrico Mentana circa 3 mesi fa, di spiegarci alcuni fatti come la presenza di personaggi ambigui sul panfilo Britannia il 2 giugno 1992, non mi ha ancora risposto!

Inoltre in quell’anno fu stabilita la parità della lira all’euro, firmato il trattato di Maastricht, subimmo l’attacco speculativo di Soros sulla lira che perse il 30% uscimmo dallo SME per 18 mesi, e fu solo grazie a Craxi se riuscimmo a salvare le capre con i cavoli nonostante Ciampi allora governatore di Bankitalia bruciò 30.000 miliardi di lire nel finto tentativo di contrastare l’attacco, favorendo ovviamente e mettendoli di fatto nelle tasche di Soros. infatti il sistema bancario castigò di brutto Craxi, inventandosi un solerte pubblico ministero analfabeta, con prove false di conti esteri da 2000 miliardi di Lire, fintamente sequestrati e mai incassati dallo stato.

L’ordine è dimenticare tutto il 1992, tranne le fragorose bombe della presunta mafia siciliana e non di Wall Street, ma c’è chi non dimentica nulla, io sono tra quelli.

Cittadino Sovrano Giovanni Sandi

PS:

In uno Stato democratico non esiste il segreto di Stato.

Quando lo stato di diritto si tramuta in diritto di Stato non si possono avere che silenzi assordanti o risposte terroristiche di Stato

psss: Dov’era Beppe Grillo il 2 giugno 1992?

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280