Le ONG del salvataggio in mare sono organizzazioni criminali

C’era da sospettarlo da subito che quelle organizzazione erano certamente finanziate a colpi di decine di milioni di €uro dai destabilizzatori speculatori modello GEORGE SOROS.

Da qualche giorno circola la notizia che un magistrato della Procura di Catania  avrebbe dichiarato che ci sono chiari indizi sulla collusione tra trafficanti scafisti e le organizzazioni denominate ONG per il traffico a scopo di lucro dei presunti migranti o profughi da improbabili disagi.

Le ONG del soccorso navale, tutte costituite ultimamente con fondi di dubbia provenienza si prodigano in acque territoriali libiche al trasbordo da natanti pirata a navi più sicure e in regola con le leggi marittime, che anticipando la Marina Militare italiana, avendo canali di comunicazione riservati e criptati, garantiscono la sicurezza sia dei migranti che degli scafisti che non vengono arrestati e le imbarcazioni non sequestrate.

Il magistrato della Procura di Catania è stato contestato e redarguito dalle cariche politiche e dai membri del CSM, vorrebbero impedirgli di indagare e anche di parlare.

Questo comportamento dimostra chiaramente e inequivocabilmente che esistono interessi e corruzione in tutti i settori istituzionali dello stato, infatti gli indizi non sono prove, ma certamente non si deve trascurarli e quindi l’indagine deve essere effettuata con precisione e dove fossero ravvisati reati dovranno essere sottoposti a sequestro tutti gli strumenti utilizzati al compimento dei crimini e arrestati i criminali responsabili della tratta degli schiavi.

Sub-saharan migrants are seen aboard an overcrowded raft as others are seen onboard a rescue boat, during a rescue operation by the Spanish NGO Proactiva Open Arms in the central Mediterranean Sea, 21 miles north of the coastal Libyan city of Sabratha, February 3, 2017. REUTERS/Giorgos Moutafis

Questi furboni a scopo di lucro targati ONG appoggiati dal potere politico corrotto, dalle organizzazioni religiose e dai cretini che li approvano stanno destabilizzando l’Italia e compiendo il “Piano Kalergi”.

Il “Piano Kalergi” prevede la sostituzione della popolazione europea, in particolare iniziando da quella delle nazioni che hanno le loro coste sul mare Mediterraneo, la sostituzionismo avrà diverse fasi, la più orrenda sarà il genocidio del popolo italiano per mano dei migranti, che prenderanno possesso dei nostri beni, case e infrastrutture e noi italiani se riusciremo a fuggire al massacro, saremo i futuri profughi che nessuno vorrà accogliere.

Ecco perchè insisto nell’affermare che questi criminali andrebbero eliminati prima di arrivare al punto di non ritorno, che io chiamo la “curva dell’italiano morto”.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

“Houston, abbiamo un problema”: LA FOLLA PSICOLOGICA

La folla psicologica può determinare il cambiamento sociale, sia in male che in bene, solo temporaneamente e per un tempo breve, fintanto che la folla psicologica è in preda al suo delirio.

Questo la dice lunga sull’intelligenza della folla: il leader, che peraltro è un disonesto ciarlatano, ha incredibilmente innescato la follia della folla con il “vaffanculo” verso altri individui responsabili solo formalmente di aver utilizzato male il potere politico delegato dalla stessa folla, che ora è diventata PSICOLOGICA, avendo incontrato il più basso scadente livello politico,  gestito dal furbo soggetto che si avvale di una notorietà immeritata, Pippo Baudo, ma che cazzo hai fatto?

(inacettabile per chi ha le funzioni cognitive normali)

Questo stronzo (il leader), al posto di essere in galera per triplice omicidio volontario per grave dolo eventuale (corretta imputazione), fu graziato da un pubblico ministero che gli imputò il reato di omicidio colposo plurimo, che alla fine dei gradi di giudizio risultò essere il migliore sconto di pena pari al 90%.

Anche della magistratura, che dovrebbe tutelare la collettività dal male, non possiamo pensare bene,  la magistratura ha ancora margini per recuperare la credibilità persa, tranne il muratore tedesco che diventò per magia vice questore di Milano e sempre magicamente pubblico ministero. Ma è un discorso a parte. 😀

Inoltre, ricordo ai membri della FOLLA PSICOLOGICA il fatto gravissimo lo stronzo ha  mentito pubblicamente sulla sua partecipazione al meeting del Britannia. Il capo banda, all’anagrafe Giuseppe Piero Grillo nato a Genova il 21 luglio 1948 detto Beppe Grillo, ormai conosciutissimo sul web come il “troglodita di Genova” ha partecipato al meeting del Britannia il 2 giugno 1992 – riunione di criminali nella quale furono decise dai pirati finanziari di Wall Street modalità e tempi per rapinare l’Italia.             “PRIVATIZZAZIONI”

Ulteriori chiarimenti:  http://www.giovannisandi.com/?p=2446

La folla psicologica controllata nei sentimenti da furbastri consapevoli e inconsapevoli ciarlatani, consente al capo banda il consenso politico di decidere qualsiasi cosa, anche la peggiore e contraria agli interessi collettivi.

La folla psicologica è incapace di avvertire l’inconsistenza pratica e politica delle azioni del capo banda, ma nel nostro regime democratico è permesso dalle regole costituzionali che il consenso politico sia delegato, purtroppo, anche ai soggetti capaci di trattare la folla psicologica stessa.

Folla psicologica che nei fatti è branco di insignificanti individui ignoranti, privi di spirito critico, quindi facili prede, ottimamente strumentalizzabili per ogni circostanza, inducendoli ad accettare e prendere per buona qualsiasi cazzata che il capo banda proferisce.

Il capo banda, (fonti credibili del 2007, citavano un patrimonio personale valutato 400 milioni di euro) sfrutta i deboli per arricchirsi ulteriormente con promesse demagogiche per la loro evidentissima inattuabilità materiale, vedasi la promessa sui redditi di cittadinanza e i grotteschi fatti di cronaca pregni di stupidità, la richiesta dal basso di finanziare una piattaforma democratica controllata da una società a responsabilità limitata (Srl) che appartiene agli eredi di un soggetto che ha fallito tutti i suoi obiettivi economici tranne questo, che in un caso o nell’altro hanno ingenti guadagni tramite internet, con click sui siti web che non sono altro che mercato pubblicitario. infatti il blog personale del capo banda dove proferisce la sua minchiata quotidiana, altro non è che una bottega virtuale caricata all’inverosimile di pubblicità commerciale, con centinaia di milioni di visitatori psicologici all’anno: tradotti in milioni di euro che incassa su conto estero, Kenya, Svizzera, Costa Rica… ???

Il cretino che compone la folla psicologica difende il capo banda, rendendosi ancor più ridicolo anche a se stesso, nonostante sia consapevole che il capo banda è un soggetto inaffidabile in quanto criminale, che porterà tutti a tempi molto bui.

La caduta, l’arresto o la morte del leader (il capo banda), anche violenta, spegne il delirio della folla psicologica e ne sviluppa il sentimento contrario, la folla psicologica assume la consapevolezza di aver seguito un odioso inconcludente disonesto dannoso soggetto ulteriormente arricchitosi, anche se, al suo posto si insedierà un individuo con annunciate migliori capacità e onestà, risulterà evidente che i danni saranno delle violente rivolte contro il sistema, quel sistema che adotta il metodo politico attuale, il capo ciarlatano e i suoi luogotenenti non hanno nemmeno provato a mettere in discussione il metodo, essendo loro nel metodo politico perfettamente adeguati e abili di comprendere che il problema è il metodo e lo sfruttano, come i magnaccia con la prostituzione.

Milioni di morti, spero saranno i cadaveri dei membri della folla psicologia, li vedremo, la storia insegna.

“BASTA CRETINI”, questo dovrà essere il motto degli Italiani che vogliono pace e prosperità generale.

Il cretino è colui che agisce contro il proprio e collettivo interesse.

Invito tutti, quelli che ne sono ancora capaci, a riflettere.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

LA GLOBALIZZAZIONE

Ogni giorno che passa ho sempre più evidente la certezza che la globalizzazione viene indirizzata e interpretata nel senso della realizzazione dell’ampliamento della porzione di ricchezze e potere politico di cui pochi si appropriano. (mafie)

Significa che ci sono due processi, il primo nascosto dal secondo:

1) Il processo di accumulazione e concentrazione delle risorse. (sotto il controllo di pochi individui – secondo un modello piramidale politico mafioso, non importa quale che sia l’ideologia che lo ammanta)

2) Con “globalizzazione” si dovrebbe intendere: il processo di ampliamento dell’area di scambio e della quantità di informazioni e risorse. Questo processo è stimolato dalla crescente velocizzazione degli spostamenti, e dalla riduzione dei loro costi, l’umanità è globalizzata da patti naturali, che nessuno prevalga sui territori altrui e rimanga nel suo e sviluppi l’economia di scambio con le proprie risorse.

La globalizzazione è il target del NWO (Nuovo Ordine Mondiale).

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

M5S – Alcune sintetiche considerazioni alquanto realistiche

Dalla spiaggia di Sal a Capo Verde  – M5S – Alcune sintetiche considerazioni alquanto realistiche.

Se Marra, che è in detenzione preventiva, inizia a cantare, il Movimento 5 Stelle è politicamente morto, l’oca passa dal Campidoglio a Rebibbia.


Grillioti, non governerete mai, siete incapaci, vincere le elezioni non basta, per governare occorre la fiducia del Parlamento  ma andate a cagare


Tutte le promesse della campagna elettorale svanite dalla scelta di non coalizzarsi per un Governo nel 2013, cinque (5) anni di legislatura buttati nel cesso a subire la casta, che ogni giorno consolida il suo potere politico.


E a Roma? la sindaca in 6 mesi da record non ha combinato un cazzo, ma ha vinto l’avviso di garanzia per falso in atto pubblico e interessi privati in atti d’ufficio e abuso d’ufficio.


E in Europa? Figure di merda a non finire, prima anti europeisti, poi europeisti e dopo 24 ore: torna a casa Lassie.


Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280 

 

Italiani, ragionate!

Ripensando alla propaganda della sinistra che impose l’utile idiota Romano Prodi come leader della coalizione per traghettare l’Italia nella UE, i volti di questi politicastri che apparendo in televisione ci dissero che: “saremmo stati tutti più liberi di circolare e le merci non avrebbero avuto dazi, le nostre esportazioni sarebbero aumentate, la disoccupazione non sarebbe più stata una preoccupazione, le nostre industrie e il Made in Italy avrebbero prosperato in tutto il mondo, che con la moneta unica europea saremmo stati tutti più ricchi e l’economia nazionale protetta dagli speculatori internazionali, che avremmo lavorato tutti un giorno in meno alla settimana per goderci la pace sociale e le nostre famiglie, che l’Europa Unita avrebbe certamente garantito la pace, unendo le forze militari degli stati europei.
 
Alcuni euroscettici, che Dio li abbia in gloria, chiesero che fossero gli italiani a decidere, chiedevano un referendum per “UE SI – UE NO”, con le buone o con le cattive furono messi a tacere e quasi nessuno se li ricorda.
 
Subentrò la distrazione di massa, guerra nei Balcani, migrazione dall’Albania e relativa invasione di soggetti indesiderati con conseguente diminuzione della pubblica sicurezza, attentati addebitati a pseudo mafiosi, pioggia di avvisi di garanzia e imputazioni a metà della classe politica che euroscettica e contraria alle privatizzazioni fu fatta fuori, in pratica eravamo in guerra 😀 e gli italiani se ne accorgono solo ora, perchè lo dico io.
 

Tornate a dormire sonni tranquilli, italiani, il peggio non l’abbiamo ancora visto, ce lo farà vedere la nuova casta politica di EuroPirla (diretti dal troglodita che il 2 giugno 1992 si è venduto come una puttana ai poteri finanziari di Wall Street durante la crociera del Britannia) che sta scalando la politica sulla pelle dei cittadini con firme false per le liste elettorali, sguazzando nel pantano del tanto peggio per ottenere un futuro tanto meglio elettorale, quando saranno maggioranza e al governo, o scoppieremo tutti di risate e li seppelliremo di pernacchie, o ci accorgeremo una volta per tutte che una violentissima rivolta sarà l’unica soluzione politica, più che democratica, se voluta dalla maggioranza dei cittadini, rivolta che consentirà la rifondazione di una repubblica davvero fondata su principi umani, dove ogni cittadino sarà membro del parlamento, altro che reddito di cittadinanza, il potere politico sarà in mano alla cittadinanza, saranno i cittadini che decideranno su tutto e non un migliaio di corrotti, ignoranti con evidenti conflitti mentali, d’interessi personali e di partito.

 Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

L’eliminazione dei senatori, lo specchietto per le allodole

Senato della Repubblica Italiana

Quando i volti autorevoli dallo schermo televisivo ci dicono che con l’eliminazione del Senato risparmieremmo tot milioni di euro, non si rivolgono a noi cittadini, magara!

Si stanno inviando segnali tra loro, perchè qualcuno di questi soggetti ha una canna di pistola alle tempie, diversamente, ogni giorno non sventolerebbero in faccia a tutti gli italiani contribuenti il DEBITO PUBBLICO come se fosse un pizzo mafioso.

Inizia a essermi chiaro il quadro politico sulla questione della riduzione dei parlamentari, da inserire nella Costituzione, eliminando i Senatori, quelli più costosi in termini di corruzione, e si cazzo! Le lobby, per ottenere i favori in termini legislativi devono pagare profumatamente i signori della casta politica, una riduzione dei PAPPAMENTARI si traduce in minori soggetti da pagare.

Fosse per me li sterminerei tutti, senatori e deputati, sostituendoli con un supercomputer a prova di errore e sabotaggio, rimettendo il potere politico nelle mani di ogni singolo cittadino con diritti politici intonsi, come ho già spiegato in altri articoli di questo blog al tag #VOTOMAT, corrompere i parlamentari è facile, corrompere un popolo è impossibile.

VOTOMAT

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

ROMANZO QUIRINALE – TERZO ATTO

ROMANZO QUIRINALE – TERZO ATTO