“Houston, abbiamo un problema”: LA FOLLA PSICOLOGICA

La folla psicologica può determinare il cambiamento sociale, sia in male che in bene, solo temporaneamente e per un tempo breve, fintanto che la folla psicologica è in preda al suo delirio.

Questo la dice lunga sull’intelligenza della folla: il leader, che peraltro è un disonesto ciarlatano, ha incredibilmente innescato la follia della folla con il “vaffanculo” verso altri individui responsabili solo formalmente di aver utilizzato male il potere politico delegato dalla stessa folla, che ora è diventata PSICOLOGICA, avendo incontrato il più basso scadente livello politico,  gestito dal furbo soggetto che si avvale di una notorietà immeritata, Pippo Baudo, ma che cazzo hai fatto?

(inacettabile per chi ha le funzioni cognitive normali)

Questo stronzo (il leader), al posto di essere in galera per triplice omicidio volontario per grave dolo eventuale (corretta imputazione), fu graziato da un pubblico ministero che gli imputò il reato di omicidio colposo plurimo, che alla fine dei gradi di giudizio risultò essere il migliore sconto di pena pari al 90%.

Anche della magistratura, che dovrebbe tutelare la collettività dal male, non possiamo pensare bene,  la magistratura ha ancora margini per recuperare la credibilità persa, tranne il muratore tedesco che diventò per magia vice questore di Milano e sempre magicamente pubblico ministero. Ma è un discorso a parte. 😀

Inoltre, ricordo ai membri della FOLLA PSICOLOGICA il fatto gravissimo lo stronzo ha  mentito pubblicamente sulla sua partecipazione al meeting del Britannia. Il capo banda, all’anagrafe Giuseppe Piero Grillo nato a Genova il 21 luglio 1948 detto Beppe Grillo, ormai conosciutissimo sul web come il “troglodita di Genova” ha partecipato al meeting del Britannia il 2 giugno 1992 – riunione di criminali nella quale furono decise dai pirati finanziari di Wall Street modalità e tempi per rapinare l’Italia.             “PRIVATIZZAZIONI”

Ulteriori chiarimenti:  http://www.giovannisandi.com/?p=2446

La folla psicologica controllata nei sentimenti da furbastri consapevoli e inconsapevoli ciarlatani, consente al capo banda il consenso politico di decidere qualsiasi cosa, anche la peggiore e contraria agli interessi collettivi.

La folla psicologica è incapace di avvertire l’inconsistenza pratica e politica delle azioni del capo banda, ma nel nostro regime democratico è permesso dalle regole costituzionali che il consenso politico sia delegato, purtroppo, anche ai soggetti capaci di trattare la folla psicologica stessa.

Folla psicologica che nei fatti è branco di insignificanti individui ignoranti, privi di spirito critico, quindi facili prede, ottimamente strumentalizzabili per ogni circostanza, inducendoli ad accettare e prendere per buona qualsiasi cazzata che il capo banda proferisce.

Il capo banda, (fonti credibili del 2007, citavano un patrimonio personale valutato 400 milioni di euro) sfrutta i deboli per arricchirsi ulteriormente con promesse demagogiche per la loro evidentissima inattuabilità materiale, vedasi la promessa sui redditi di cittadinanza e i grotteschi fatti di cronaca pregni di stupidità, la richiesta dal basso di finanziare una piattaforma democratica controllata da una società a responsabilità limitata (Srl) che appartiene agli eredi di un soggetto che ha fallito tutti i suoi obiettivi economici tranne questo, che in un caso o nell’altro hanno ingenti guadagni tramite internet, con click sui siti web che non sono altro che mercato pubblicitario. infatti il blog personale del capo banda dove proferisce la sua minchiata quotidiana, altro non è che una bottega virtuale caricata all’inverosimile di pubblicità commerciale, con centinaia di milioni di visitatori psicologici all’anno: tradotti in milioni di euro che incassa su conto estero, Kenya, Svizzera, Costa Rica… ???

Il cretino che compone la folla psicologica difende il capo banda, rendendosi ancor più ridicolo anche a se stesso, nonostante sia consapevole che il capo banda è un soggetto inaffidabile in quanto criminale, che porterà tutti a tempi molto bui.

La caduta, l’arresto o la morte del leader (il capo banda), anche violenta, spegne il delirio della folla psicologica e ne sviluppa il sentimento contrario, la folla psicologica assume la consapevolezza di aver seguito un odioso inconcludente disonesto dannoso soggetto ulteriormente arricchitosi, anche se, al suo posto si insedierà un individuo con annunciate migliori capacità e onestà, risulterà evidente che i danni saranno delle violente rivolte contro il sistema, quel sistema che adotta il metodo politico attuale, il capo ciarlatano e i suoi luogotenenti non hanno nemmeno provato a mettere in discussione il metodo, essendo loro nel metodo politico perfettamente adeguati e abili di comprendere che il problema è il metodo e lo sfruttano, come i magnaccia con la prostituzione.

Milioni di morti, spero saranno i cadaveri dei membri della folla psicologia, li vedremo, la storia insegna.

“BASTA CRETINI”, questo dovrà essere il motto degli Italiani che vogliono pace e prosperità generale.

Il cretino è colui che agisce contro il proprio e collettivo interesse.

Invito tutti, quelli che ne sono ancora capaci, a riflettere.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

BEPPE GRILLO – PLURIOMICIDA CON LA FACCIA UGUALE AL CULO

Il 7 dicembre 1981, da Limone Piemonte, decise di partire con alcuni amici alla volta di Col di Tenda, un’antica via romana tra la Francia e la costa ligure: in pratica sono delle strade sterrate militari in alta quota che portano a delle antiche fortificazioni belliche della prima guerra mondiale.

Con lui c’erano i coniugi Renzo Giberti e Rossana Guastapelle, 45 e 33 anni, col figlio Francesco di 8, oltre a un altro amico che si chiama Alberto Mambretti.

Per farla breve: quel viaggio, d’inverno, è una follia.

È una strada d’alta quota non asfaltata e un altro gruppo di amici, nonché un’opportuna segnaletica, sconsigliavano vivamente, a essere precisi, la strada è chiusa da una sbarra che d’inverno viene abbassata con applicata una vistosissima segnaletica di divieto di transito a qualunque veicolo non autorizzato.

Fa niente: Grillo ha uno Chevrolet Blazer, un costoso ed enorme fuoristrada, per chi non l’avesse mai visto è il veicolo usato da Chuck Norris in Texas Ranger, peraltro molto inquinante, Grillo alzò la sbarra e con il potente Blazer 5.7 passò oltre.

Un quinto amico, Carlo Stanisci, forse si avvise del pericolo e decise di scendere dal veicolo assieme alla fidanzata e al suo cane.

Finì malissimo: all’altezza di Bec Rouge, alpi francesi, l’auto sbandò su un ruscelletto ghiacciato e scivolò verso la scarpata.

Grillo riuscì a saltar giù dall’abitacolo, ma gli altri no, l’auto rotolò nella scarpata per un centinaio di metri.

Alberto Mambretti gravemente ferito sopravvisse, non si sa come.

I coniugi Renzo Giberti e Rossana Guastapelle morirono, e ciò che resta del figlio venne trovato due ore dopo stritolato sotto il rottame del fuoristrada.

Dopo il disastro Grillo si rifugiò nella casa di Savignone che divise col fratello, aspettando il processo, l’imputazione errata fu: omicidio colposo plurimo, quella corretta avrebbe dovuto essere: OMICIDIO PLURIMO PER GRAVE DOLO EVENTUALE con pena minima prevista di anni 14 di carcere.

Dall’incompetenza di chi diresse le indagini e gli ravvisò l’imputazione Grillo fu graziato.

Questo è il capo politico e morale del Movimento 5 Stelle, che oltretutto  con il suo amico Enrico Mentana hanno pubblicamente mentito sulla questione Britannia del 2 giugno 1992. 


Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280 

 

Il capo dell’opposizione…

trogloditadigenova3L’opposizione in questa legislatura è gestita dal troglodita, non meravigliatevi se alla maggioranza e al Governo ci sono i peggiori soggetti al servizio dei poteri stegocratici criminali.

Beppe Grillo: è quel soggetto che dopo aver molestato una ragazza in una discoteca di Genova, ha sputato i denti sull’asfalto del parcheggio avendo ricevuto una testata in bocca da Luciano Rovegno.

Beppe Grillo è quel soggetto condannato in via definitiva per omicidio colposo plurimo, ha sterminato una famiglia, l’imputazione era errata, in realtà si trattava di omicidio plurimo per grave dolo eventuale da 13 anni di galera, il troglodita è stato preventivamente graziato dal magistrato della Procura della Repubblica che lo ha rinviato a giudizio.

Beppe Grillo è quel soggetto che il 2 giugno 1992 partecipò al meeting avvenuto a bordo del Britannia al largo di Civitavecchia, dove si decisero i tempi e i modi per saccheggiare la nazione con le privatizzazioni, accettò l’incarico di collaborare alla manipolazione dell’opinione pubblica per distruggere un’intera classe politica che si opponeva al saccheggio, mentre un pool di magistrati a Milano arrestava innocenti e colpevoli inducendone alcuni al “suicidio o scatenando omicidi” Gardini, Cagliari, ecc. con l’operazione giudiziaria “Mani Pulite”.

Grillo ebbe in cambio preziose informazioni provenienti dalle banche di Wall Street per le sue giocate vincenti in borsa commettendo il crimine di aggiotaggio, il troglodita otteneva in anticipo dagli amici quelle informazioni, fu lui stesso a dirlo pubblicamente mesi prima che le azioni Parmalat, Cirio e bond Argentini sarebbero scoppiati, riducendo al fallimento aziende e alla fame decine di migliaia di famiglie, e non aveva ancora fondato il suo partito, aspettava l’ok da William Webster? Si, fu Webster a invitarlo a bordo del Britannia.

Grillo è quel soggetto che attualmente fomenta odio tra le classi e generazioni, poveri contro ricchi, giovani contro anziani, questi ultimi colpevolizzati per aver votato alle elezioni politiche del passato i suoi finti avversari politici, le alternative quali erano? Si, finti avversari, se davvero il troglodita fosse schierato contro la casta politica non l’avrebbe favorita permettendo il completo abbraccio tra destra e sinistra rifiutando ogni accordo di Governo post elezioni del 2013.

Grillo è quel soggetto cialtrone con un grande disordine mentale, infatti erano le direttive del razionale volpone Gianroberto Casaleggio a metterci le pezze giuste per rendere la politica del caos una fonte di lucro, e che guadagni! Milioni di euro ogni anno che l’elettorato procura cliccando compulsivamente sui banner e link pubblicitari professionalmente distribuiti nel sacro cesso-blog.

Beppe Grillo è quel soggetto che con l’assenza della supervisione del razionale volpone, che lasciata definitivamente la stanzetta di controllo, il demente solo davanti al computer con la tastiera attiva non può che combinare guai, (da piccolo precipitò dal seggiolone con il cucchiaino in bocca) il risultato è sotto gli occhi di tutti.

Grillini in buona fede, è questa l’opposizione che volevate con le elezioni del 2013?

Fermate quell’idiota!

Giovanni sandi – g.sandi@tiscali.it – 3388158280

…si è aperta la portiera, è caduto giù l’Armando…

Che cazzo di cervello puó avere uno che guida un Chevrolette Blazer su un lastrone di ghiaccio in pendenza verso valle, ovvio che aprire la portiera e saltar giù ti salvi, e i 4 passeggeri?

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280