Quando c’era il fascismo…

immagino che gli antifascisti siano quelli che fuggirono in america, quelli a cui piace spacciare la droga, quelli che sguazzano nell’insicurezza delle città, quelli che vi vorrebbero tutti ignoranti, quelli che si vergognano di essere italiani, quelli che corrompono e si fanno corrompere, quelli che non hanno il senso di Patria ma vorrebbero distruggerla, quelli che fanno degli operai e dei loro figli carne da macello, quelli che negano di averli ma senza privilegi sarebbero dei morti che camminano, quelli che piuttosto di essere orgogliosi della propria onestà preferiscono fregarti a ogni occasione, quelli che difendono gli usurai europeisti che hanno fatto della crisi economica il metodo per affamare il popolo…

Dopo questo articolo qualcuno dirà che sono fascista, lo tranquillizzo subito, sono un democratico diretto autentico: www.democraticidiretti.it – mi piace affermare la verità, quando questa scopre le malefatte di una casta politica, infame, disonesta, corrotta, mafiosa e sporcacciona, grillioti compresi.

 

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Le ONG del salvataggio in mare sono organizzazioni criminali

C’era da sospettarlo da subito che quelle organizzazione erano certamente finanziate a colpi di decine di milioni di €uro dai destabilizzatori speculatori modello GEORGE SOROS.

Da qualche giorno circola la notizia che un magistrato della Procura di Catania  avrebbe dichiarato che ci sono chiari indizi sulla collusione tra trafficanti scafisti e le organizzazioni denominate ONG per il traffico a scopo di lucro dei presunti migranti o profughi da improbabili disagi.

Le ONG del soccorso navale, tutte costituite ultimamente con fondi di dubbia provenienza si prodigano in acque territoriali libiche al trasbordo da natanti pirata a navi più sicure e in regola con le leggi marittime, che anticipando la Marina Militare italiana, avendo canali di comunicazione riservati e criptati, garantiscono la sicurezza sia dei migranti che degli scafisti che non vengono arrestati e le imbarcazioni non sequestrate.

Il magistrato della Procura di Catania è stato contestato e redarguito dalle cariche politiche e dai membri del CSM, vorrebbero impedirgli di indagare e anche di parlare.

Questo comportamento dimostra chiaramente e inequivocabilmente che esistono interessi e corruzione in tutti i settori istituzionali dello stato, infatti gli indizi non sono prove, ma certamente non si deve trascurarli e quindi l’indagine deve essere effettuata con precisione e dove fossero ravvisati reati dovranno essere sottoposti a sequestro tutti gli strumenti utilizzati al compimento dei crimini e arrestati i criminali responsabili della tratta degli schiavi.

Sub-saharan migrants are seen aboard an overcrowded raft as others are seen onboard a rescue boat, during a rescue operation by the Spanish NGO Proactiva Open Arms in the central Mediterranean Sea, 21 miles north of the coastal Libyan city of Sabratha, February 3, 2017. REUTERS/Giorgos Moutafis

Questi furboni a scopo di lucro targati ONG appoggiati dal potere politico corrotto, dalle organizzazioni religiose e dai cretini che li approvano stanno destabilizzando l’Italia e compiendo il “Piano Kalergi”.

Il “Piano Kalergi” prevede la sostituzione della popolazione europea, in particolare iniziando da quella delle nazioni che hanno le loro coste sul mare Mediterraneo, il “sostituzionismo” avrà diverse fasi, la più orrenda sarà il genocidio del popolo italiano per mano dei migranti, che prenderanno possesso dei nostri beni, case e infrastrutture e noi italiani se riusciremo a fuggire al massacro, saremo i futuri profughi che nessuno vorrà accogliere.

Ecco perchè insisto nell’affermare che questi criminali andrebbero eliminati prima di arrivare al punto di non ritorno, che io chiamo la “curva dell’italiano morto”.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Le 5 imbarazzanti domande per i 4000 morti che camminano

5 domande per i militari della missione insensata

falseflagconmortiERNINGUA

Parlando di guerra vorrei rivolgermi a quei 4.000 militari che si stanno recando al confine Russo.

  1. Qualcuno vi ha obbligato a partecipare a questa operazione militare insensata?
  2. Qualcuno vi ha promesso indennità di missione consistenti che rendono conveniente rischiare la vita in un’operazione militare insensata?
  3. Chi sarà l’ente pagatore dei militari di questa operazione militare insensata?
  4. Se nessuno vi ha obbligato, e quindi siete volontari, perchè avete scelto di partecipare a un’operazione militare insensata?
  5. Sapete che un eventuale attacco false flag colpirebbe i più esposti e più fessi? 

F-18 DIPINTI COME SUKHOI: PREPARANO UN FALSE FLAG?

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

L’Italia ha di fatto dichiarato guerra alla Russia.

GUERRA

L’avevo detto in un’intervista telefonica a Accademia delle Libertà pubblicata 3 anni fa, che gli USA non avrebbe fatto altro che fomentare e realizzare un conflitto bellico contro la Russia, paese fortemente in crescita e ricco di materie prime completamente indipendente dal resto del mondo con benessere generale, padrone di tecnologie belliche avanzatissime diverse da quelle americane.

waterloo
Waterloo

L’occidente è in crisi monetaria stretto dalla morsa del debito, i paesi asiatici creditori vantano un credito superiore al valore delle nazioni debitrici, il paese più esposto al default sul debito estero sono gli USA, che non riescono più a fronteggiare economicamente la richiesta di materie prime per il mercato industriale interno, le produzioni sono in calo con conseguente aumento della disoccupazione, la carenza di materie prime espone ulteriormente gli USA a una crisi depressiva del tenore di vita americano, seza materiali il lavoro si ferma, l’industria energetica collassa (non per mancanza di denaro ne possono stampare quanto ne vogliono e più ne stamperanno e meno varrà sui mercati e meno sarà accettato), la crisi è delle materie prime come l’uranio, necessario per alimentare le centrali elettriche, essendo un mercato controllato gestito dagli stati fortemente militarizzati l’uranio ha costi decisamente altissimi, immaginatevi gli USA con le fabbriche chiuse, treni fermi, aeroporti chiusi e città al buio.

uranio-russo
barre uranio russo

La Russia maggiore produttrice di uranio al mondo, in cambio del prezioso e pericoloso minerale pretende il pagamento in oro, non carta stampata dalla Federal Reserve priva di valore intrinseco e garantita da uno stato in perenne bancarotta tecnica.

Con questo ragionamento, spiego la guerra di rapina che gli USA stanno progettando da anni e purtroppo stanno realizzando.

Le guerre di questo tipo hanno ediversi scopi: impadronirsi delle risorse di un paese distrutto, Iraq e Libia ne sono l’esempio recente, la guerra, se su vasta scala resetta i libri contabili delle nazioni coinvolte direttamente e le altre ne subiscono le conseguenze, nessun debito verrà saldato alle nazioni perdenti, i vincitori si approprieranno delle ricchhezze dei vinti. Gli Usa recupereranno l’oro speso in passato, domineranno economicamente il paese distrutto imponendo una moneta convenzionale senza valore intrinseco, ceduta in prestito, tutto questo a vantaggio dei banchieri internazionali che con le politiche monetarie acquisiscono potere di vita o di morte sui cittadini degli stati debitori.

Per gli USA, politici odiosi, incapaci di generare accordi di collaborazione pacifica, l’unica via percorribile sono conflitti bellici, in modo tale da mettere in moto l’esigenza di sacrifici dei cittadini americani con riduzione dei salari e l’aumento delle tassazioni per incrementare la produttività dell’industria bellica, lo smantellamento delle attività produttive industriali civili per il recupero delle materie prime necessarie per lo sviluppo militare.

I politicastri ci avevano tutti rassicurato che una guerra non sarebbe mai più sviluppata in Europa, i ciarlatani erano i prodi politicastri che firmarono il trattato di Maastricth nel 1992, senza chiedercelo democraticamente con un eventuale referendum se eravamo d’accordo a entrare in Europa adottando l’euro ancorato alla Lira per 1936,27.

Per accettarci in Europa ci chiesero sacrifici applicando ulteriori tasse e una tantum farciti da un prelievo forzoso dell 1×1000 dai conti bancari di tutti gli italiani con effetto retroattivo nel giorno in cui i saldi generali dei conti bancari erano più alti, fu una colossale truffa con rapina a mano armata, si perchè la mano armata dei politici sono le Forze Armate che ubbidiscono esclusivamente a chi detiene il potere politico.

Ricordo la faccia dell’onorevole comunista Gavino Angius che nel 1992 dallo schermo tv appariva proferendo queste parole: “sull’euro possiamo stare tranquilli sarà un’operazione che proteggerà l’economia italiana dalle speculazioni e sopratutto dai conflitti”, niente di più falso, oggi vediamo un’oligarchia europea autoeletta che ci divide, allontanando l’Italia ogni giorno sempre di più dagli altri paesi membri di un’Europa fondata sull’usura, ogni scelta politica europea non è solo un errore ma è un orrore, vedi l’abbatimento di Gheddafi e il caos generato in Libia con la conseguente disgregazione sociale e la massiccia migrazione verso il nostro paese dei peggiori soggetti che una volta aperte le carceri libiche, soggetti pericolosissimi condannati per i peggiori crimini si stanno riversando in Europa tramite il ponte navale militare italiano.

La prima mossa difensiva della Russia sarà chiudere il rubinetto del gas metano con cui riscaldiamo le case, poi dovremmo sempre aspettarci un false flag, quindi, non saranmno i russi a colpirci, ma i nostri cari liberatori, occupanti abusivi di vaste aree del territorio italiano con 136 basi militari (sono quelle conosciute), che di fatto hanno minato di ordigni nucleari l’italia, la Nato ha imposto all’Italia di contribuire alla difesa dei paesi membri, infatti per difenderci abbiamo militari italiani privi di spirito critico come i robot (volontari malati di mente) in prima fila sul fronte russo, che non torneranno.

Gli USA non hanno la certezza di vincere una guerra con la Russia, la potenza bellica russa non è più quella dell’ex URSS, fatta di rottami e militari ubriaconi, contro la Russia ci provarono Napoleone e Hitler, questo lo sanno anche i bambini che non conviene esserne nemici.

(Il lader dell’attuale opposizione politica italiana non si è dissociato dalle scelte del Governo, alla seconda moglie Sig.ra Parvin ha detto: “se si mette male dove vorresti andare, in kenya o in Costa Rica?”) 

Putin e l’Armata Russa avranno pietà del popolo italiano?

La Cina starà a guardare?

Speratelo.

С этого момента есть русский, игнорировать политическую работу и итальянские военные.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

 

Putin: l’Italia…

vladimirputinVladimir Putin: “Ho portato le migliori menti italiane in Russia, i migliori artigiani, i migliori medici, i migliori economisti voglio che il paese da me amministrato diventi la più grande potenza mondiale e sono convinto che gli Italiani siano le persone giuste a cui affidare questo compito. Non capisco come il popolo non si renda conto che i loro politici stanno dilapidando un patrimonio immenso, la Nazione Italia potrebbe uscire dalla crisi domani stesso, ma non con questi politici”.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Gli USA e UE non vogliono una soluzione pacifica

Continuare a minacciare sanzioni contro la Russia è da dementi, alla Russia delle sanzioni non glie ne può fregare di meno, non ha nulla da acquistare dall’occidente che non sia strettamente necessario per alimentare il suo mercato interno, anzi la Russia potrebbe da un momento all’altro chiudere il rubinetto del gas, lasciando 3/4 di Europa al freddo, ma ancora la Russia ha pena per noi Cittadini, il punto di vista di Vladimir Putin è che noi, poveri Cittadini, siamo vittime di un oligarchia di malati mentali.
A tentar la guerra di rapina contro la Russia ci provarono Napoleone e Hitler, sappiamo come andò a finire per entrambi.
I russi non si piegano e non si spezzano, non faranno prigionieri.

L’orso va lasciato in pace nella sua tana.
Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

L’invasione continua – grazie M5S

Dove sono le donne, i bambini, gli anziani? Che cazzo di profughi sono?

donnebambini

Compar’Alfio: “Anche oggi grandi richieste di pannolini e biberon…” Che cazzo dici, non vedi che son tutti maschi adulti, ben nutriti e addestrati a imbracciare armi medio leggere, tutti abili e arruolati dall’ISIS-USAF con la collaborazione del Rabbino di Roma.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280