Abracadabra: Grillo è pronto per il vaffanculo finale

Una fine tristissima, gli amici, che poi amici non sono, lo abbandoneranno. gli unici amici veri che ebbe in passato, li buttò giù da burrone con tutta la jeep.

Anzi lo metteranno nella merda, i famosissimi: non amici di Wall Street!! 😀

Al sistema finanziario, non servirà più, la rapina è quasi finita, inoltre ha quasi 70 anni, il vecchio spara cazzate che si sta rincoglionendo sempre di più, da quando Il badante se ne è andato, è un susseguirsi di eventi imbarazzanti 😀

Dal 2 giugno 1992, quando si prostituì ai banchieri internazionali, e non era un ragazzino incapace di intendere, sapeva benissimo quello che faceva e quanto avrebbe intascato, sono trascorsi 25 anni, un periodo lunghissimo, ottimo lavoro, dal punto di vista dei non amici, sbarcato dal Britannia con il foglietto dei compiti in tasca, la prima persona che vide sulla banchina del porto di Civitavecchia fu quel  bugiardo tesserato al PSI Enrico Mentana.

Beppe Grillo, in ogni apparizione televisiva e pubblica, non perdeva l’occasione per diffamare, infangare i socialisti e Craxi, collaborava a creare quel clima d’odio per distruggere la parte politica che si opponeva alle privatizzazioni, vi ricordate come inveiva contro chi disse NO alle speculazioni, mentre George Soros con la collaborazione di Carlo Azelio Ciampi si fregava 30.000 miliardi di lire dalle riserve italiane custodite in Banca d’Italia, facendo uscire per 18 mesi il paese dallo SME, subimmo il 30% di svalutazione, fu l’inizio dell’agonia economica delle 1936,27 lire per 1 Euro.

Mai una parola contro i non amici delle banche d’affari americane, che per renderlo credibile all’opinione pubblica, gli passavano sottobanco le notizie prima che accadessero, al magistrato curioso disse che leggeva le carte, ma di quali carte parlava? Il magistrato non ne ha voluto saperne, erano i pizzini che arrivavano da Wall Street e giù ad arricchirsi in aggiotaggio.

Grillo, dove andrai in esilio, in Kenya o in Costa Rica?

I banchieri non possono più fidarsi di te, sei avido, corrotto, irresponsabile, taccagno e stronzo, pronto a tradire come hai tradito gli italiani, come tale sarai trattato dagli stessi che ti hanno usato. E come per Craxi, ti riserveranno il trattamento speciale: inventeranno che ti sei intascato milioni di euro su un conto bancario alle Cayman Islands.

Grillo, vaffanculo!


Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Voglio vedere il traditore BEPPE GRILLO e il mestatore Enrico Mentana sullo SPUTIBOLO

Voglio vedere il traditore Beppe Grillo e il mestatore Enrico Mentana su un carro incatenati alle centine, mentre un trattore li traina in piazza, gremita dai suoi elettori, nauseati e incazzati, Grillo riempie sempre le piazze.

il mestatore e il troglodita 😀

GRILLO ha mentito sulla sua partecipazione al meeting del Britannia del 2 giugno 1992, dove gli fu, dai potenti pirati finanziari, conferito l’incarico di manipolare l’opinione pubblica, attaccando pubblicamente in spettacoli televisivi e teatri, quella classe politica che fu contraria alle privatizzazioni.

Non voglio che vengano giustiziati con il taglio della testa, parlo di sputibolo, un palchetto montato su un carro al centro della piazza dove tutti possano quanto vogliano, sputarli in faccia.

Un tour spettacolare, nelle piazze di tutti i capoluoghi di regione italiani dove Beppe Grillo potrà finalmente ricevere il giusto compenso per il diabolico tradimento verso il Popolo italiano.

E il coglione mitraglietta? Che bisogno aveva di mentire? Concluderà la sua carriera di mestatore raccomandato e voltagabbana del miglior reddito, con il marchio dell’infamia dovrà fare le valige e andarsene dall’Italia.

Parlo del tradimento politico del Popolo italiano, avvenuto il 2 giugno 1992 con la partecipazione del troglodita di Genova, a cui si aggiunge il recente fatto gravissimo di aver mentito pubblicamente ai suoi elettori negando la sua partecipazione a quel meeting di criminali.

Mentana Enrico, il mestatore, ha negato pubblicamente di aver intervistato Grillo per qualche minuto sulla banchina del porto di Civitavecchia il 2 giugno 1992, dopo lo sbarco di Grillo dal tender del panfilo inglese Britannia.

Ricopriamoli di sputi!!

Per capire di più, cliccate qui


Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280


 

Voglio spiegarvi perchè il video che incastra Grillo vale 5 milioni

Non avevo alcun timore di essere querelato da Grillo e Mentana per diffamazione aggravata e continuata, pubblicazione e diffusione di false notizie a mezzo pubblicitario, anzi chiedevo di essere querelato, cosciente del fatto che i due si sarebbero tirati una martellata sui coglioni.
Adesso che, dopo 12 anni di ricerche sul mio tavolo c’è la prova che incastra l’incoerente Beppe Grillo a precise responsabilità politiche e fa fare la figura del mestatore pirla a Mentana.
Fissate nella mente questi 2 TAG: #2giugno1992#Britannia e ricordateli per sempre.
Mediaset e Rai sono coinvolte e complici, hanno nascosto all’opinione pubblica il fatto “Grillo-Britannia” registrato per errore di valutazione del fatto, archiviato con l’etichetta RISERVATISSIMO.
Fanno di tutto per nasconderVi quello che accadde durante quello strano meeting avvenuto a bordo della nave Britannia al largo di Civitavecchia il 2 giugno 1992, ATTENZIONE: nel mezzo degli attentati ai magistrati Falcone e Borsellino.
Addirittura, l’indecente meschino Enrico Mentana ha pubblicamente invocato strutture preposte al controllo delle notizie, chiedendo la mia censura.
In pratica, Mentana ha invocato un “organo esecutivo sicurezza” (#OES), alle dirette dipendenze del Ministero delle Comunicazioni, con il compito di “vagliare” le notizie da diffondere.
Stando a quanto ho scoperto, farebbero parte di questa struttura segreta circa 50 giornalisti – tra cui alcuni capiredattori e tutti i direttori dei telegiornali, che avrebbero il potere di autorizzare il “#Nullaostadisicurezza” (#Nos) sulla divulgazione di notizie sulle reti delle TV pubbliche e private.
Questa mia rivelazione dell’esistenza di un organo preposto alla tutela del #segretodiStato in Rai e Mediaset, è una violazione del segreto di Stato di uno Stato che fa acqua da tutte le parti. 😀
L’articolo 262 del Codice Penale stabilisce che “chiunque rivela notizie, delle quali l’Autorità competente ha vietato la divulgazione, è punito con la reclusione non inferiore a tre anni.”, e che “le pene si applicano anche a chi ottiene la notizia”. L’articolo 256 sul Procacciamento di notizie concernenti la sicurezza dello Stato punisce inoltre “chiunque si procura notizie che, nell’interesse della sicurezza dello Stato o, comunque, nell’interesse politico, interno o internazionale, dello Stato, debbono rimanere segrete con la reclusione da tre a dieci anni”. L’articolo 261 sulla Rivelazione di segreti di Stato stabilisce inoltre che “chiunque rivela taluna delle notizie di carattere segreto indicate nell’art. 256 è punito con la reclusione non inferiore a cinque anni”.
Per il reato da me commesso nel paragrafo scritto in rosso e reiterato da almeno 13 anni non ho ancora ricevuto alcun avviso di garanzia 😀
Cancellare dalla memoria dei Cittadini determinati fatti deve essere molto utile e politicamente redditizio.
Un leader politico che mente ai suoi elettori su un fatto gravissimo è ancor più grave del fatto stesso.
Nel video pubblicato da un grilliota su youtube l’11 maggio 2011, ma AAAttenti, osservate bene la reazione di Grillo, che spiazzato dalla domanda quasi gli cedono gli arti inferiori, costretto a inventarsi molto rapidamente una bugia, che confutata attraverso la mia telefonata con richiesta di spiegazioni al Senatore “LUIGI Grillo”, confermandomi e non ne avevo personalmente bisogno che BEPPE Grillo non solo HA MENTITO spudoratamente, ma ha indicato, per rafforzare la sua colossale balla, un altro soggetto estraneo al fatto.
Con questo post, che vi prego di condividere, ho spiegato il motivo per cui il CD sul mio tavolo vale 5 milioni di €uro.
Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

La cosa grave è che i due stronzi hanno mentito

Giovanni Sandi ·  Dal post di Facebook ·
Poveri cretini quelli che esultano a ogni minchiata proferita da #Grillo, ne ha proferite milioni da quel cesso pubblico di blog, dove iniziai a chiedergli che cazzo era andato a fare il 2 giugno 1992 a bordo del #Britannia, il mio account in quel blog durò un giorno e i miei commenti con le mie domande sparirono, il 10 aprile 2011 pubblicai dal sito di successo che mi apparteneva (www.signoraggio.it) una lettera aperta a Enrico #Mentana, gli chiedevo chiarimenti in merito all’intervista che effettuò sulla banchina del porto di Civitavecchia al troglodita di Genova appena sbarcato dall’elegante tender della nave Britannia, l’intervista andò in diretta il 2 giugno 1992 per l’edizione speciale del #TG5 fondato da pochi mesi, Mentana non rispose, ma Grillo per paura che lo facesse, si preoccupò non poco e ci fece un post con l’evidente intento di intimidire Mentana http://www.beppegrillo.it/2011/04/mentana_rispond.html notare che nell’url manca la i finale, l’url venne modificato dopo circa un mese dall’espertone per rendere inutili tutti i link esterni che portavano al suo post intimidatorio così che non fosse troppo evidente, e i blogger che l’avessero lincato non poterono dimostrare che Grillo rosicava non poco.

Dal 26 giugno 2016 posseggo la prova che Grillo il 2 giugno 1992 era a bordo del Britannia durante quel misterioso meeting organizzato dai criminali finzanziari di Wall Street dove si decisero modalità e tempi per rapinare la nazione e come distruggere la classe politica contraria alle privatizzazioni e alla firma del trattato di Maastrich.

A destra il troglodita a sinistra il mestatore

La cosa più grave è che il troglodita di Genova e il mestatore Mentana hanno mentito sul fatto, ecco perchè voglio 5 milioni di euro, da Grillo per ritirare il video e nessun italiano conoscerà la verità, oppure dagli italiani che tramite il mio conto Paypal potranno contribuire alla milionaria colletta che a oggi è di quasi 30mila euro, il mio conto: https://paypal.me/GiovanniSandi ottenendo da parte mia la pubblicazione del video che sputtana sia Grillo che il Mentana, due stronzi che vi prendono per il culo da anni.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Ecco il fenomeno: “Enrico Mentana”

Enrico Mentana

il mestatore

“gentile dottoressa io le posso assicurare…”

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Aggiornamento colletta pro-verità del 4 gen. 2017 + € 22.791,00

PAZZESCO! + € 22.791,00

grillomarcione###################

La milionaria colletta pro-verità sulla questione Grillo Britannia continua, siamo a +€ 22.791,00 alle ore 15:40 del 4 gen. 2017

Controllo il mio conto Paypal ogni 10 giorni circa per non stressarmi 😀 

Dal precedente controllo la colletta è aumentata di:

€ 2.533,00

Contribuisci clicca qui:
https://paypal.me/GiovanniSandi

Inesorabilmente arriverà il momento in cui il cialtrone proprietario unico del M5S sarà politicamente linciato dai suoi elettori.

Leggi qui sotto:

Perchè con Paypal? Ho scelto Paypal perchè è comodo e sicuro, chiunque con qualsiasi carta di credito anche prepagata, può sottoscrivere la colletta e in caso di fallimento dell’iniziativa (mancato raggiungimento dell’obiettivo entro un lasso di tempo ragionevole) potrò rimborsarvi tutti con un click del mouse, inoltre se dopo aver contribuito vi sorgessero dubbi e cambiate idea, potrete richiedermi il rimborso inviandomi una mail a g.sandi@tiscali.it con data dell’operazione, importo, nome e cognome, sarete immediatamente rimborsati solo se il video non sarà stato reso pubblico su questo sito web. 

Registratevi nel mio blog, a verifiche effettuate sarete autori e non subirete censure, fino a prova di buona fede: REGISTRATEVI CLICCANDO QUI

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Solo il troglodita di Genova si è imbufalito? SI, solo lui

Se fossi nominato ministro del futuro nuovo ministero antibufale, proporrei al Governo di emanare un decreto legge che prevede una multa minima di 35mila euro per ogni falsa notizia pubblicata sul web e l’obbligo di oscuramento dei siti bufalari da parte dei providers, ai quali, nel caso non oscurassero entro 24 ore dalla comunicazione del provvedimento, una multa di 200mila euro.

Ovviamente ogni notizia in fetor di bufala dovrà essere posta sotto meticolosa accurata indagine, e altrettanto saranno puniti coloro che pubblicamente dichiarassero che una notizia vera sia una bufala, (vero Enrico Mentana?) con radiazione dall’albo se giornalisti, per tutti comunque una multa minima di 35mila euro e l’interdizione all’uso della rete per 5 anni e se violate le restrizioni, raddoppio della sanzione e interdizione a vita, la pubblicazione di un elenco dei mestatori mistificatori della realtà, insomma via i bugiardi dal web.
 
Internet tornerebbe ad essere un luogo virtuale ordinato e affidabile, esattamente come prima che Grillo e Casaleggio invadessero il WEB con una galassia di siti e blog inutili e falsi con il solo scopo di arricchirsi con i banner e video spot pubblicitari che nella fattispecie, questi soggetti incassano milioni di euro all’anno facendovi subire pubblicità, disinformandovi e fomentando odio.
Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280