Buon esempio dal vicino di casa

Se un padre di famiglia gestisce la propria seguendo principi iniqui e quindi sbagliati, mentre il vicino di casa, buon padre di famiglia, con i suoi principi moderni, equi garantisce benessere e prosperità.

È giusto intervenire e togliergli la patria potestà, o imporgli di seguire l’esempio.

Allora chiediamo al capo di stato italiano di leggere la Costituzione della Confederazione Elvetica e di inviare il testo al Parlamento italiano per una rapida valutazione e approvazione del migliore testo costituzionale del mondo! 

Costituzione federale della Confederazione Svizzera che i Cittadini Svizzeri si sono dati il 18 aprile 1999

https://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/19995395/index.html

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

CON IL M5S IL MARCIO METODO POLITICO NON CAMBIA – ANZI LO DIFENDONO

TUTTO DRAMMATICAMENTE VERO

Parlamentari 5 ESSE, politicamente non valgono nulla, sono incapaci, non conoscono le regole, vogliono elezioni subito convinti di vincere per governare, finora la coerenza al minimo richiesto dal buon senso non l’hanno applicata.
 
– Politicamente non valgono nulla sono incapaci: lo hanno dimostrato con le elezioni politiche del 2013 nonostante raggiunsero un ottimo risultato elettorale, il 25%, decisero spontaneamente di collocarsi all’opposizione rendendosi politicamente irrilevanti, annullando di fatto il loro fantapolitico programma elettorale, tradendo di fatto ogni elettore che credeva alla favola.
 
– Non conoscono le regole, continuano a dire che l’attuale governo e i precedenti sono incostituzionali perché non eletti dal popolo, dimostrando di non essere arrivati a leggere l’art 92 della Costituzione Italiana, che per altro il 4 dicembre 2016 hanno difeso dalle manipolazioni della casta che voleva modificarla per consolidare ulteriormente il potere politico della casta stessa.
 
– Vogliono elezioni subito convinti di vincere per governare,  ignorano che la Repubblica Italiana così come fu costituita e sancito nella Costituzione, non permette l’elezione diretta del Governo, permette solo ed esclusivamente l’elezione dei rappresentanti parlamentari, non basta vincere le elezioni per governare l’Italia, il Governo lo sceglie il Parlamento concedendo la fiducia alle proponibili possibili squadre di Governo, squadre che potranno essere formate solo con accordi, detti in politichese: inciuci di Governo.
– L’incapacità, l’impreparazione, l’inadeguatezza dei soggetti appartenenti al Movimento 5 Stelle di esclusiva proprietà di un pagliaccio spara cazzate, troglodita pregiudicato per reati gravissimi e pertanto non eleggibile, cosa da lui stesso dichiarata.
Con la depensante sindaca di Roma stanno dimostrando inconfutabilmente la totale disconnessione con le realtà politiche di cui il paese ha bisogno.
Fare politica non è un gioco per ragazzi viziati o stupidi, se si vuole combattere il malaffare e la casta criminale che ha distrutto la Repubblica Italiana si devono scegliere persone adeguate e non i figli degli amici a cui si deve un favore per aver salvato il culo in molte occasioni a un milionario troglodita pregiudicato per omicidio, che per altro aveva già tradito tutti gli italiani partecipando al meeting del Britannia il 2 giugno 1992, in quella segreta riunione di criminali si decisero le modalità e tempi per rapinare la nazione con l’imposizione delle privatizzazioni dei beni pubblici (banche, infrastrutture, industrie) e la distruzione della classe politica contraria, che Beppe Grillo, lo ricorderete, con tutta la sua propaganda da perfetto collaborazionista dei potenti criminali finanziari di Wall Street.
 
– La coerenza al minimo richiesto dal buon senso non l’hanno applicata, pur dichiarandosi rivoluzionari si sono ben adattati al metodo politico, dimostrando di ben sguazzare nel tanto peggio che le regole impongono.
I rivoluzionari non si candidano alle elezioni per essere eletti, accettarne lo stipendio e le regole costituzionali.
I rivoluzionari in quanto tali, se autentici, mettono in discussione le regole del metodo politico, questo metodo è il problema, ma i rivoluzionari da operetta non se ne sono accorti, anzi difendono il metodo, felici persuasi e contenti che sia l’unico metodo possibile.
I vicini di casa, gli svizzeri, che grazie alla sovranità popolare di cui sono forti ci ridono in faccia da 70 anni, gli svizzeri sono cittadini sovrani veri, la loro rappresentanza parlamentare non decide nulla ma si attiene all’applicazione della volontà generale del popolo, in Svizzera ogni legge d’interesse cantonale e confederale è votata e applicata solo se la maggioranza dei cittadini l’accetta, anche in questioni monetarie e fiscali, materie che in Italia non è possibile fare un referendum, vietato dall’art. 72.
Un popolo è maturo solo quando ha coscienza del suo potere politico e sa autogovernarsi.
La Svizzera pur essendo al centro fisico dell’Europa, ha la sua moneta sovrana, è fuori dalle regole europee, non ha aderito ai trattati europei, prospera nel benessere generale e nessuno si permette di discutere il loro metodo, forti di una “military power” che coinvolge tutti i cittadini abili e sani di mente.
 
In italia potremmo essere sufficientemente maturi per un governo del popolo ma nessuno ve lo dice o vi istruisce correttamente, anzi vi inducono a credere che la Costituzione Italiana sia la migliore al mondo quando in realtà impone ai cittadini con ostacoli burocraticamente insormontabili di stare lontani dalle decisioni politiche, illudendovi con una finta democrazia che pur non obbligando i cittadini ma consigliando di farlo a ogni legislatura di sentirci liberi di scegliere i parlamentari che ci bastoneranno 60 piuttosto che 65 volte.
Vi vogliono politicamente ignoranti per continuare a vivere nei benefici che il metodo politico criminale garantisce agli appartenenti alla casta politica, che sia fatta di vecchi e nuovi elementi nulla cambierà in forza delle regole imposte, sarà sempre gente pessima, non perdono mai l’occasione di dimostrarsi inadeguati e noi cittadini ignoranti e colpevoli del nostro male, continuiamo a delegarli a gestire il potere, che nei casi peggiori potranno decidere di precettare militarmente i nostri figli e mandarli a combattere un nemico, facendoci credere di crepare per la Patria, quando invece si crepa per gli interessi delle banche e dei loro servi. 
Il troglodita di Genova in qualità di proprietario unico del Movimento 5 Stelle ha fatto delle promesse inutili quanto non mantenibili, le regole nelle quali il movimento sguazza e tramite i suoi rappresentanti parlamentari non saranno messe in discussione e cambiate per fermare il proliferare dei crimini politici contro ogni cittadino, dimostrano la loro dannosa inutilità e confermano quello che ormai l’opinione pubblica pensa: sono il contenitore del dissenso controllato, in attesa del completo traghettamento al NWO senza problemi di ordine pubblico e conseguenze, conoscete la storiella de “la rana bollita”? 
Alle prossime elezioni voterò chi metterà in discussione il metodo politico per cambiarlo, la “democrazia diretta” come dimostrano i cittadini svizzeri non è un’ideologia politica ma il metodo politico democratico migliore, dove ogni cittadino è membro di un parlamento allargato a tutti.  www.democraticidiretti.it

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Gli italiani sono ignoranti e hanno ciò che si meritano

Sono le regole da cambiare, svegliatevi!

Leggo sul web che Gentiloni, che fa rima con Berlusconi, sarebbe il quarto presidente del Consiglio non eletto dal Popolo, non c’è da stupirsi, c’è da documentarsi e capire che in Italia la regola non prevede elezioni politiche per eleggere il capo del Governo.

Le Elezioni politiche a cui partecipano i Cittadini servono a eleggere i membri del Parlamento che a loro volta scelgono dei nomi da presentare al Capo di stato, che sceglierà chi sarà il capo del potere esecutivo.

IGNORANTI!

Siete voi cittadini che fate schifo, avete difeso la Costituzione dalle mani luride di Renzi, Verdini e Alfano, senza averla mai letta.

L’insignificante Capo di Stato, ha il potere di nominare il Capo di Governo che meglio crede, il potere di farlo gli è conferito proprio dalla Costituzione Italiana che credete sia l’unica possibile quando è la peggiore dei paesi che si dichiarano democratici.

Avete mai letto l’Art. 92?

Leggete la Costituzione Italiana, bestie ignoranti!

COSTITUZIONE ITALIANA

Ecco perchè dico e scrivo sempre che va messo in discussione il metodo politico!

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

 

Renzi Verdini Alfano – i nuovi padri costituenti – ma andate a cagare!

I nuovi padri costituenti? 😀 😀

mandiamoli a cagare
Nessuno dei 3 è da ritene degno di scrivere una parola per la Costituzione in nome del Popolo Italiano.

Renzi, Verdini, Alfano, nessuno dei 3 è da ritenersi degno di scrivere una Costituzione in nome del Popolo Italiano. 

CITTADINI ITALIANI VOTATE NO!

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280 

ROMANZO QUIRINALE – EXIT EUR NEXT STOP PIRAMIDE

ROMANZO QUIRINALE – EXIT EUR NEXT STOP PIRAMIDE

Romanzo QUIRINALE – ATTO PRIMO

La modifica: Art.1 – “L’Italia è una Repubblica democratica FEDERALE”

 Giuseppe Strano ha condiviso il post di Paolo Bonacchi.

Stimo Bonacchi e Muni. La loro voce è forse più ascoltata della mia. Quindi visto che ai miei appelli la maggior parte dei dd che conosco non rispondono, allora mi unisco io a loro in questo tentativo.


Paolo Bonacchi con Valter Ottello e altre 75 persone.

Caro  Pietro Muni, ho appreso con molto piacere la tua intenzione di unire i nostri sforzi per rivendicare il diritto del popolo a chiedere la riforma della Costituzione modificando solo alcune parole dell’articolo 1° per rendere concretamente possibile e non aleatoria e limitata come è oggi ” … l’effettiva partecipazione di tutti” i cittadini aventi diritto al voto “esercitando” la loro SOVRANITA’ partecipando di fatto “… all’organizzazione politica economica e sociale del Paese” (Art. 3 Cost.).

Dalla mia esperienza so che altri si uniranno a noi in questo tentativo di recuperare la SOVRANITA’ POPOLARE partendo dal dal basso, dagli individui, dai cittadini comuni.

Spero che una volta raggiuto l’accordo sulla definizione dell’Art. 1, se anche poche persone cominceranno a diffondere questo messaggio mediante gli strumenti che ci offre Internet e concentrando i nostri sforzi comuni su questa unica modifica, sia possibile avviare un processo di cambiamento possibile, realistico e senza violenza.

Mi hai chiesto di discutere qui la modifica che presento di seguito:

Le “Indicazioni di modifica” rispetto al testo in vigore sono indicate con lettere MAIUSCOLE:

Art. 1 Cost. italiana:
L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Indicazioni di modifica:

Art.1 – L’Italia è una Repubblica democratica FEDERALE.

La Sovranità appartiene AI CITTADINI E AI POPOLI FEDERATI CHE LA ESERCITANO DIRETTAMENTE AI VARI LIVELLI ISTITUZIONALI MEDIANTE L’INIZIATIVA POPOLARE DELLE LEGGI.
__________________________

Mi attendo le tue proposte di modifica e quelle di tutti gli amici Facebook che intendono partecipare a definire quanto oggetto dell’iniziativa. Se avrà un minimo di successo ci ritroveremo a breve per approvare il testo definitivo e per discutere come organizzarci al meglio per suscitare l’interesse dei mezzi di informazione.
La mia domanda sarà sempre la stessa per tutti: aderisci all’iniziativa (SI’) o non aderisci (NO)? Ripeterò questo mantra fino alla fine dei giorni.

Dal post Facebook di Giuseppe Strano detto Pino