Rivelazione: Berlusconi voleva uscita dall’euro, fatto fuori per questo nel 2011

13 settembre 2013 alle ore 1:13

Rivelazione: Berlusconi voleva uscita dall’euro, fatto fuori per questo nel 2011
Ricevo da Gaetano Onatega Ingargiola e pubblico:
“12-09-2013
set. 12, BREAKING NEWS, POLITICA no comments,
OkNotizie
Colpo di Stato – Quindi, ora sappiamo: Silvio Berlusconi stava seriamente pensando di tirare l’Italia fuori dall’euro nel mese di ottobre / novembre 2011. Ed è stato questo a far cadere il suo governo. Con un complotto orchestrato a Berlino con le complicità di Draghi e Napolitano.
Lo riferisce Lorenzo Bini-Smaghi, ex della Bce nel suo nuovo libro: Morire di Austerità. E lo riporta il giornalista economico Evans Pritchard sul Telegraph.
Bini-Smaghi – fino a poco tempo fa nel consiglio esecutivo della BCE, e per molti anni l’uomo dell’Italia a Francoforte – afferma che Silvio Berlusconi è stato rovesciato come premier italiano nel novembre 2011, non appena ha iniziato a concepire il piano per l’uscita dell’Italia dall’Euro.
In particolare, ha discusso (minacciato?) il ritiro italiano dall’euro in incontri privati con altri governi dell’UEM, presumibilmente con il cancelliere Angela Merkel e il francese Nicolas Sarkozy. (” L’ipotesi d’Uscita dall’euro era Stata ventilata nei colloqui con i Governi degli Altri Paesi dell’euro “).
Bini-Smaghi rivela anche che la Merkel ha continuato a pensare a come buttare fuori la Grecia dall’euro, fino all’autunno del 2012. Solo dopo, terrorizzata dalla esposizione delle banche tedesche – le uniche a rimetterci dall’uscite greca e non certo il popolo greco che aveva e avrebbe avuto tutto da guadagnare – cambiò idea.
A questo punto siamo certi: alla fine del 2011 in Italia ci fu un colpo di Stato. Ordito dal duo Merkel-Sarkozy e dai poteri bancari della Ue, e portato avanti in Italia dai loro servi di sempre!”
Pippi: < io l’ho s13empre pensato e ve l’ho sempre detto: Vi ricordate le risatine di Merkel e Sarkò? vi ricordate cosa era successo poco prima? ve lo ricordo io: Berlusconi fece un’affermazione per la quale venne denigrato in maniera becera da tutta la stampa sinistrata italiana, da tutte le tv e da tutti i politici sinistrati, nonchè dai giornali di mezza europa.La frase incriminata? Berlusconi disse che “la crisi nell’eurozona non era colpa dei governi, ma colpa dell’euro che è una moneta falsa”… Apriti Cielo! gli si scagliarono tutti contro, e Merkel e Sarkò ( la culona e l’inculato dal suo elettorato) in una conferenza stampa, ad una domanda su Berlusconi fecero quella risatina di merda!
Io non voglio difendere Berlusconi, anzi quando era premier chi mi seguiva sà che l’ho sempre criticato, però la penso come Bagnai: Berlusconi forse non faceva molto bene gli interessi degli Italiani, ma quelli che lo hanno sostituito fanno di sicuro benissimo gli interessi di Stati Stranieri! Berlusconi venne mandato via, con una guerra di spread orchestrata dalla banca tedesca, subito dopo la frase che ho riportato e dopo il suo intervento contro il fiscal compact. Se Berlusconi fosse rimasto al governo, l’Italia non avrebbe mai firmato il fiscal compact! Firma che fu tra i primi atti fatti dal signor Monti. E’ vero, quelli del PDL lo firmarono, ma io ricordo anche che Silvio disse che era un errore, e la stessa cosa disse sulla riforma Fornero, ma subito dopo arrivava il Bonaiuti, il Cicchitto, l’Alfano o lo Schifani di turno a smentirlo e dopo Silvio era costretto a rimangiarsi tutto, perchè i suoi non lo seguivano più! Per questo sono arrabbiata nel vedere che ora vogliono eliminarlo dalla scena politica a colpi di sentenze che il 50% degli italiani hanno capito essere solo azioni politiche, mentre l’altro 50% continua a servire la Merkel , la BCE, la Troika e gli eurocrati senza neppure rendersene conto! ”