1.000.000 di Incazzati

Ieri verso le ore 11:00 ho fondato il gruppo “1000000 di Incazzati” la mia intenzione era di rendere il gruppo più democratico possibile, amministrabile da tutti, quindi ho iniziato a nominare sin dall’inizio tutti amministratori, purtroppo è deludente dover prendere atto che non si deve riporre fiducia a tutti, quindi ho rimediato (ESPERIMENTO FALLITO), solo alcuni di voi sono stati da me Giovanni Sandi ritenuti affidabili e confermati amministratori, è stato un grave errore fidarmi e scoprire che molte persone sono distruttive, inneggiano a atteggiamenti dannosi, autolesionistici per l’umanità, questi personaggi appartengono al  M5S noto partito politico di esclusiva proprietà del pifferaio magico di Genova, queste persone altro non vogliono che mantenere il proprio privilegio acquisito all’interno di quel movimento politico a suon di balle raccontate per creare una precisa valvola di sfogo del sistema, ma sopratutto per mantenere intatto lo status quo, le persone che non si limiteranno a diffondere le proprie idee, ma che impedirranno la diffusione delle idee altrui creando flame all’interno del gruppo saranno bannate, nel movimento M5S sono state create le sentinelle, Ragazzi privi di una cultura politica, che in rete agiscono per scotomizzare ogni in iziativa che parta autonomamente, molti, troppi cadono nel tranello teso da questi cialtroni dell’ultimo movimento nato dopo una riunione con i membri della Casaleggio Associati, nota come azienda informatica  molto vicina alla famiglia Rotschild, hanno adattato perfettamente l’organizzazione dell M5S agli interessi personali del loro capo di partito. Questo capo dell’ M5S con un patrimonio di 400 milioni di euro è legato a grossi interessi e affari commerciali alla Casaleggio Associati, composta da personaggi noti come membri di logge massoniche, gli adepti, i ragazzini in preda al delirio di un eventuale successo politico all’interno dell’ M5S, altro non sono che degli utili cretini, infatti i massoni che li manipolano sanno molto bene che l’umanità è composta anche da cretini, ed è noto che i cretini agiscono sempre contro il proprio e collettivo interesse, ubbidendo a chi gli promette il paradiso.

Con questa nota oltre a spiegarvi cosa era successo ieri desidero che chi aderisce o aderirà sia convinto che aggregare 1 milione di persone serva a qualcosa, si diano da fare per raggiungere l’obbiettivo, solo unendo i Cittadini Sovrani come da irrevocabile Articolo 1 della Costituzione della Repubblica possiamo e dobbiamo tentare di trovare la strada politicamente praticabile, quello che va cambiato è il sistema politico che non permette ai Cittadini di avere voce nelle scelte politiche, ma di subire il potere degli eletti che si trasforma immediatamente dopo le elezioni in una dittatura quinquennale se va tutto bene.

Stanchi e inorriditi di scegliere ogni volta tra candidati che ci bastoneranno 60 piuttosto che 65 volte, Cittadini Incazzati, la vostra incazzatura è l’energia che occorre per dare la spallata giusta per abbattere quello che con carta notarile ci è stato imposto antidemocraticamente tramite dei cretini: (prodi, ciampi, napolitano, d’alema, fassino, berlusconi, bertinotti, di petro, bossi, vendola, bindi, fini, ecc…) con i trattati europei, stracciandoli possiamo riportare il clima di serenità nella vita di tutti, anche dei cretini, sia mai che si rendano conto di esserlo.

Questo “nostro” paese sconvolto per delle scelte politiche decise da un’oligarchia non voluta democraticamente dai Cittadini, “colpo di stato del presidente” (Governo Monti) che nella collettività crea disperazione, disgregazione sociale inducendo i cittadini al suicidio, è un paese dove la disobbedienza alle leggi ingiuste è un dovere morale.

Sotto quindi con il vostro computer, fate convergere i vostri contatti a questo link, le idee e le proposte di tutti i Cittadini potranno essere discusse, la volontà della maggioranza sarà il giusto cambiamento, la democrazia la devono fare i cittadini, ma poi occorrerà difenderla se sarete democratici. Quella che fin’ora vi hanno fatto vedere non è democrazia.

La democrazia quella vera solo in un paese è in vigore, e guarda caso non è un paese UE, non ha alcun problema sociale che si possa paragonare ai nostri.

Diffondete il link:http://www.facebook.com/1MilioneDiIncazzati

Andrò in Svizzera

In italia si discute del diritto alla morte in assenza di diritto alla vita.

Definizione di rifugiato e diritto in materia d’asilo

La Convenzione di Ginevra sui rifugiati: base della politica d’asilo svizzera.

Capisaldi della politica d’asilo svizzera

  • I principi consacrati dal diritto internazionale costituiscono la base dell’asilo che la Svizzera concede a chiunque è minacciato o perseguitato in patria.
  • Alle persone bisognose d’assistenza, a causa della guerra o di una catastrofe, la Svizzera presta possibilmente immediato aiuto sul posto. Essa partecipa a iniziative della comunità internazionale, organizzate per proteggere o aiutare la popolazione indigente.
  • Se è impossibile portar soccorso nella regione disastrata a causa dei troppi pericoli, la Svizzera accoglie temporaneamente le persone bisognose.
  • Parallelamente il Consiglio federale mette in opera, d’intesa con altri Stati, misure efficaci per contrastare le cause della fuga o della migrazione forzata.

La procedura d’asilo serve a verificare se esiste un diritto alla protezione. Scopo della procedura d’asilo è verificare fra i richiedenti l’asilo appena arrivati quali hanno diritto all’asilo in base ai criteri suesposti. La maggior parte dei richiedenti l’asilo non sono profughi di guerra ma persone che cercano in Svizzera un posto migliore per vivere; poiché sanno di non poter altrimenti ottenere un permesso di entrata e di lavoro, cercano di insediarvisi con sotterfugi. Per l’audizione davanti alle autorità alcuni inventano una drammatica storia di persecuzioni, sperando in tal modo di ottenere lo statuto di rifugiato. Comportamenti di questo genere, che sono comprensibili nell’ottica degli interessati, mettono abusivamente in moto una procedura d’asilo. Le autorità devono respingere al piú presto tali domande e far eseguire l’allontanamento della persona in causa. Soltanto in questo modo si può limitare l’attrattiva della procedura d’asilo per quegli stranieri che cercano lavoro. Domande d’asilo abusive e non abbastanza motivate vengono trattate prioritariamente. Le domande d’asilo vengono ora in gran parte evase nello spazio di tre mesi. Le domande di persone che hanno commesso reati in Svizzera o il cui comportamento dimostra che non hanno l’intenzione di integrarsi nella nostra società sono, quando possibile, trattate in tempi ancora piú rapidi.

Principi politico-sociali nel settore dell’asilo

  • L’ente pubblico è politicamente responsabile delle persone che chiedono asilo e mette in opera quanto necessario per garantire la convivenza tra queste persone e gli altri membri del corpo sociale.
  • Le condizioni di vita offerte a chi chiede l’asilo sono conformi ai valori che reggono la nostra vita sociale e politica.
  • Anche se la domanda non verrà accettata, il periodo trascorso dal richiedente l’asilo nel nostro paese dev’essere per lui l’occasione di riprendere fiducia in sé stesso e acquisire competenze e conoscenze utili a rifarsi una vita al suo ritorno in patria.
  • Non appena viene riconosciuto a una persona lo statuto di rifugiato si deve promuovere la sua rapida integrazione.
  • I richiedenti l’asilo, anche se temporaneamente ammessi, non devono vivere ai margini della nostra società bensí poter godere di scambi e contatti col paese d’accoglienza.

Lo sconcerto che ha invaso la comunità internazionale al termine della Seconda Guerra mondiale per la scoperta degli orrendi crimini perpetrati, ha indotto gli Stati a sottoscrivere nel 1951, in Svizzera, una convenzione sulla protezione delle persone: è la Convenzione di Ginevra sui rifugiati, grazie alla quale singole persone o gruppi di persone hanno diritto a essere protette contro la repressione politica, le persecuzioni, la violenza e il razzismo. Essa stabilisce chi può considerarsi rifugiato e quindi avvalersi della protezione degli Stati firmatari; vieta inoltre il rinvio di un profugo in uno Stato dove è esposto ai pericoli citati. Questo divieto di respingimento è stato poi esteso a chi corre il rischio di subire torture o trattamenti inumani.

I Cittadini Sovrani non sanno di esserlo, perchè sono ignoranti

La responsabilità non è dei banchieri, dei governatori delle banche centrali o dei concessionari d’auto, la responsabilità è dei politici che hanno legiferato permettendo un sistema antiuomo, se delle drastiche iniziative dovranno essere intraprese vanno ponderate nella giusta direzione, non escludo che qualcuno deciderà di usare la violenza, ma deve essere una violenza organizzata bene e deve colpire chi la violenza la sta applicando verso di noi, ad esempio se le leggi dello stato sono violente perchè inducono il Cittadino al suicidio, vanno colpiti quei politici che hanno creato le leggi e approvate dopo idiote discussioni parlamentari, tutti i politici sono responsabili, anche coloro che non hanno lasciato l’aula pur votando contro, inoltre occorre colpire gli aguzzini pagati dallo stato che le attivano obbedendo a leggi ingiuste in conflitto con la coscienza collettiva, le leggi ingiuste non vanno rispettate essendo degli errori orribili di una classe politica che nessuno di noi Cittadini sani di mente mai avrebbe approvato. Essendo il Sovrano dello stato il Cittadino, come da Art 1 della Costituzione, atto sacro, che sancisce i principali diritti e doveri dei Cittadini, quindi il Sovrano è il Popolo, che sia il Popolo a decidere e non una casta di 1000 persone con turbe psichiche, con tendenze a essere coinvolti in misfatti e delinquere.

Sentirsi Sovrani di questa Repubblica Italiana è un dovere più che un diritto.

Cosa aspettiamo a fare il primo dovere?

Cazzo!! C’è chi aspetta quell’immorale cesso racconta palle di Beppe Grillo con il reddito di cittadinanza 😀 😀

TUTTI IN PIAZZA – SUBITO!

Abbiamo più o meno tutti capito da chi prende ordini il governo Monti e dove ci porterà, cosa aspettiamo a scendere nelle piazze? i sindacati? i capi di partito?

Siamo noi cittadini, i sovrani di questa repubblica, i sovrani decidono su tutto, basta farci rappresentare e prendere per il culo da questi papponi.

Forza, tutti in piazza prima che sia troppo tardi, ITALIA fuori dall’UE subito!!

20 agosto 2007 – LEZIONE A FREDDO – COPRITEVI

E MENO MALE CHE IL 20 AGOSTO 2007 VI AVEVO AVVERTITI:

Il debito pubblico è aumentato e aumenterà sempre, i quattrini per pagarlo non potranno mai esserci, le leggi finanziarie confermano tutto, hanno messo i topi dove conserviamo il formaggio, clicca sul video e ascolta, se sei sordo attiva i sottotitoli:

LIBRO consigliato: Ingannati fin dai tempi della scuola – Alberto Medici