AAA appello al cittadino disperato

“Cittadino disperato si da fuoco davanti alla sede di Equitalia” ????

Pessima idea.

La disperazione disorienta e acceca la coscienza, cittadini che state meditando di darvi fuoco davanti a Equitalia, scegliete la morte come atto di protesta? (come quel cretino che si taglia i coglioni per infastidire la moglie) questo è un perfetto imbecille autolesinistico metodo per non ottenere nulla, inoltre, quelli, gli stronzi equitalioti si sbellicano dalle risate e passeranno a perseguitare i vostri eredinon archiviano la pratica, se crepate, fate solo un’eclatante figuraccia da idioti, se invece ve la caverete, diverrete invalidi al 100%, con una miserevole pensione d’invalidità di 270 euro al mese per 13 mensilità annue, (un morto rimasto vivo con solo 3.510 euro all’anno più esenzione farmaci, visite specialistiche e assistenza domiciliare dei servizi sociali, le assistenti sociali ve le raccomando (gentili davanti, perfide alle vostre spalle).

Sarebbe più razionalmente sensato pensare e agire contro la legge dello stato (questa non vuole essere istigazione a compiere dei reati ma una semplice riflessione), infuocare gli aguzzini che vi hanno ridotto alla disperazione, sarebbe molto meglio orientare le vostre energie in una protesta che vi fa rimanere vivi, in modo tale che i risultati di tale protesta possiate vederli e goderveli eventualmente dopo 10 anni, discutendoli in giacca e cravatta a Porta a Porta, Matrix o Ballarò, ecc.

E’ meglio un cattivo processo con una terribile conseguente condanna di un gran bel funerale, se non hai i soldi per l’avvocato non preoccuparti te lo paga lo stato, il diritto alla difesa d’ufficio è garantita dalla legge, inoltre per gli indigenti e’ garantito il libero patrocinio, in carcere è riconosciuto il vitto, l’alloggio, le cure mediche, se ti comporterai bene avrai gli sconti di pena e magari qualche permesso di uscire per qualche giorno,(benefici concessi ai pluriomicidi) chi desidera un lavoro potrà se disponibile, ottenerlo, pagato poco, sempre meglio che stare a rompersi le palle tutto il giorno per 10 o 15 anni.

Questo è certamente meglio che morire per protestare contro chi ti vuole morto.

A tutti i disperati che mi invieranno copia delle cartelle esattoriali con le quali Equitalia vi induce alla vostra morte, invierò gratuitamente il libro “Ingannati fin dai tempi della scuola” spero siate pochissimi.

INGANNATI fin dai tempi della scuola – SECONDA EDIZIONE

INGANNATI fin dai tempi della scuola

La prima edizione di questo libro circa 600 copie sono state distribuite tutte, 530 di queste online, tramite i siti web http://www.ingannati.it di Alberto Medici e http://www.signoraggio.org/ di Giovanni Sandi

Per quanto mi riguarda lo considero un record essere riusciti a distribuire 530 copie online in 4 mesi, dall’inizio di novembre 2011 alla fine di febbraio 2012, l’interesse che quest’opera a suscitato in rete è grande, ma non basta, questo libro dovrebbero leggerlo tutti, sopratutto coloro che non frequentano la rete, quindi Gentili Amici vi chiedo di condividere questa nota nelle vostre bacheche, di parlarne a parenti e amici per allargare la possibilità di diffusione di questo importante libro, nei due siti citati è disponibile la seconda edizione.

Grazie a tutti per la collaborazione.