Sabato 26 giugno 2010 1° Mini Simposio piemontese all’aperto sulla Democrazia Diretta e Sistema Monetario

Sabato 26 giugno 2010 1° Mini Simposio piemontese all’aperto sulla Democrazia Diretta e Sistema Monetario

 

http://www.signoraggio.net

 

truffatori su facebook

C’è una schiera di promotori finanziari che vi proporranno di cambiarvi euro di carta straccia in buoni di carta oro, ma l’oro non esiste, le leggi internazionali impediscono di comprare oro con valute diverse dal dollaro e nessuna moneta dollaro incluso è convertibile in metallo prezioso dal 1971 con la fine degli accordi di Bretton Wood, questi cialtroni non sono nemmeno abili truffatori, purtroppo bisogna essere totalmente imbecilli per dar a loro il denaro carta straccia euro e non ricevere altro che una nota con scritto che sei padrone di ToT oro.

Ma l’oro non esiste non lo vedrete mai!

E loro avranno tolto dalle vostre tasche gli euro di carta straccia, almeno con la carta vi potevate pulire il culo.

OKKIO alle truffe!

NESSUN TELEGIORNALE HA AVUTO L’AUTORIZAZIONE DI DIFFONDERE QUESTA NOTIZIA

NESSUN TELEGIORNALE HA AVUTO L’AUTORIZAZIONE DI DIFFONDERE QUESTA NOTIZIA

Ieri il Senato ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (D.d..L. 733) tra gli altri con un emendamento del senatore Gianpiero D’Alia (UDC) identificato dall’articolo 50-bis: “Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet”; la prossima settimana Il testo approderà alla Camera come articolo nr. 60.

Questo senatore NON fa neanche parte della maggioranza al Governo… il che la dice lunga sulle alleanze trasversali del disegno liberticida della Casta.

In pratica in base a questo emendamento se un qualunque cittadino dovesse invitare attraverso un blog (o un profilo su fb, o altro sulla rete) a disobbedire o a ISTIGARE (cioè.. CRITICARE..??!) contro una legge che ritiene ingiusta, i providers DOVRANNO bloccarne il blog o il sito.

Questo provvedimento può far oscurare la visibilità di un sito in Italia ovunque si trovi, anche se è all’ESTERO; basta che il Ministro dell’Interno disponga con proprio decreto l’interruzione dell’attività del blogger, ordinandone il blocco ai fornitori di connettività alla rete internet. L’attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro 24 ore; pena, per i provider, sanzioni da 50.000 a 250.000 euro.

Per i blogger è invece previsto il carcere da 1 a 5 anni oltre ad una pena ulteriore da 6 mesi a 5 anni perl’istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all’ODIO (!) fra le classi sociali.
MORALE: questa legge può ripulire immediatamente tutti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta.

In pratica sarà possibile bloccare in Italia (come in Iran, in Birmania e in Cina) Facebook, Youtube e la rete da tutti i blog che al momento rappresentano in Italia l’unica informazione non condizionata e/o censurata.

ITALIA: l’unico Paese al mondo in cui una media company (Mediaset) ha citato YouTube per danni chiedendo 500 milioni euro di risarcimento.

Con questa legge non sarà più necessario, nulla sarà più di ostacolo anche in termini PREVENTIVI.
Dopo la proposta di legge Cassinelli e l’istituzione di una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra meno di 60 giorni dovrà presenterà al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al “pacchetto sicurezza” di fatto rende esplicito il progetto del Governo di “normalizzare” con leggi di repressione internet e tutto il sistema di relazioni e informazioni che finora non riusciva a dominare.

Mentre negli USA Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet, l’Italia prende a modello la Cina , la Birmania e l’Iran.
Oggi gli UNICI media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono stati la rivista specializzata “Punto Informatico” e il blog di Grillo.

Fatela girare il più possibile per cercare di svegliare le coscienze addormentate degli italiani perché dove non c’è libera informazione e diritto di critica la “democrazia” è un concetto VUOTO.

doc. diffuso da Giuseppe Turrisi

I negazionisti del signoraggio – Individui che divulgano falsità

I negazionisti del signoraggio – Individui che divulgano falsità

Sono pagati, questa affermazione ha fondamento, qualcuno ha deciso di sperperare del denaro in un’inutile campagna contro la verità, si può ingannare qualcuno per poco tempo non si può ingannare tutti per sempre.

Chi ha interesse a sminuire o negare il problema deve avere un tale tornaconto dal signoraggio che è disposto pagando a arruolare e istruire dei cretini, non mi viene altro termine per identificare tali soggetti, solo dei cretini possono prendersi il carico di tale responsabilità, di tale criminale lavoro negando la verità, infatti il cretino è colui che agisce contro il proprio e collettivo interesse.

Il SIGNORAGGIO è la colossale truffa economico monetaria. Le vittime sono i popoli delle nazioni sottoposte al dominio monetario delle private banche centrali, che prestando il “loro” denaro cartaceo e virtuale creato dal nulla, indebitano le nazioni pretendendo in cambio titoli del debito pubblico

ANDATEVENE AFFANCULO!

Tutti i politici asserviti al sistema bancario chiedono la rapida approvazione del prestito usuraio ad Atene: “E’ in gioco l’euro”.

Ma dichiarando l’insolvenza, stracciando i parametri di Maastricht, riprendendo le redini delle economie nazionali, ogni Stato riconquista la sua sovranità.
Con tanti saluti e baci ai banksters, al Fmi, alla globalizzazione, alle delocalizzazioni, al lavoro precario, all’import di immigrati, al liberismo d’accatto, al mercato planetario, alla mercificazione del lavoro.

A chi distrugge la vita dei popoli nel nome del profitto e dell’usura rispondiamo scrivendo sui muri: ANDATEVENE AFFANCULO!

http://www.signoraggio.net

Perchè la crisi, secondo il governo è finita?

Ha tanti soldi lo Stato, che Tremonti non emette nemmeno più Buoni del Tesoro.
Ossia non si offre di prendere in prestito i vostri risparmi, dandovi in cambio un modesto interesse. Perché dovrebbe?
Può togliervi di tasca tutti i soldi che vuole, senza riconoscervi alcun interesse, alcuna partecipazione.
Esattamente come le banche.

http://www.signoraggio.net