25 APRILE – CRIMINALI

http://www.giovannisandi.com/?s=25+aprile

 

Giovanni Sandi – g.sandi @tiscali.it – 338 8158280

Grillo, hai tradito il 2 giugno 1992 – Vai a fare in culo!

Grillioti, brutti imbecilli, figli di una scrofa, siete stati voi del M5S a NON impedire i governi del PD: Letta, Renzi, Gentiloni, che cazzo di opposizione siete… quella delle privatizzazioni decise sul Britannia il 2 giugno 1992?

Siete i collaborazionisti dei nemici del Popolo Italiano.

Giovanni Sandi – g.sandi@Tiscali.it – 338 8158280

 

 

 

“Houston, abbiamo un problema”: LA FOLLA PSICOLOGICA

La folla psicologica può determinare il cambiamento sociale, sia in male che in bene, solo temporaneamente e per un tempo breve, fintanto che la folla psicologica è in preda al suo delirio.

Questo la dice lunga sull’intelligenza della folla: il leader, che peraltro è un disonesto ciarlatano, ha incredibilmente innescato la follia della folla con il “vaffanculo” verso altri individui responsabili solo formalmente di aver utilizzato male il potere politico delegato dalla stessa folla, che ora è diventata PSICOLOGICA, avendo incontrato il più basso scadente livello politico,  gestito dal furbo soggetto che si avvale di una notorietà immeritata, Pippo Baudo, ma che cazzo hai fatto?

(inacettabile per chi ha le funzioni cognitive normali)

Questo stronzo (il leader), al posto di essere in galera per triplice omicidio volontario per grave dolo eventuale (corretta imputazione), fu graziato da un pubblico ministero che gli imputò il reato di omicidio colposo plurimo, che alla fine dei gradi di giudizio risultò essere il migliore sconto di pena pari al 90%.

Anche della magistratura, che dovrebbe tutelare la collettività dal male, non possiamo pensare bene,  la magistratura ha ancora margini per recuperare la credibilità persa, tranne il muratore tedesco che diventò per magia vice questore di Milano e sempre magicamente pubblico ministero. Ma è un discorso a parte. 😀

Inoltre, ricordo ai membri della FOLLA PSICOLOGICA il fatto gravissimo lo stronzo ha  mentito pubblicamente sulla sua partecipazione al meeting del Britannia. Il capo banda, all’anagrafe Giuseppe Piero Grillo nato a Genova il 21 luglio 1948 detto Beppe Grillo, ormai conosciutissimo sul web come il “troglodita di Genova” ha partecipato al meeting del Britannia il 2 giugno 1992 – riunione di criminali nella quale furono decise dai pirati finanziari di Wall Street modalità e tempi per rapinare l’Italia.             “PRIVATIZZAZIONI”

Ulteriori chiarimenti:  http://www.giovannisandi.com/?p=2446

La folla psicologica controllata nei sentimenti da furbastri consapevoli e inconsapevoli ciarlatani, consente al capo banda il consenso politico di decidere qualsiasi cosa, anche la peggiore e contraria agli interessi collettivi.

La folla psicologica è incapace di avvertire l’inconsistenza pratica e politica delle azioni del capo banda, ma nel nostro regime democratico è permesso dalle regole costituzionali che il consenso politico sia delegato, purtroppo, anche ai soggetti capaci di trattare la folla psicologica stessa.

Folla psicologica che nei fatti è branco di insignificanti individui ignoranti, privi di spirito critico, quindi facili prede, ottimamente strumentalizzabili per ogni circostanza, inducendoli ad accettare e prendere per buona qualsiasi cazzata che il capo banda proferisce.

Il capo banda, (fonti credibili del 2007, citavano un patrimonio personale valutato 400 milioni di euro) sfrutta i deboli per arricchirsi ulteriormente con promesse demagogiche per la loro evidentissima inattuabilità materiale, vedasi la promessa sui redditi di cittadinanza e i grotteschi fatti di cronaca pregni di stupidità, la richiesta dal basso di finanziare una piattaforma democratica controllata da una società a responsabilità limitata (Srl) che appartiene agli eredi di un soggetto che ha fallito tutti i suoi obiettivi economici tranne questo, che in un caso o nell’altro hanno ingenti guadagni tramite internet, con click sui siti web che non sono altro che mercato pubblicitario. infatti il blog personale del capo banda dove proferisce la sua minchiata quotidiana, altro non è che una bottega virtuale caricata all’inverosimile di pubblicità commerciale, con centinaia di milioni di visitatori psicologici all’anno: tradotti in milioni di euro che incassa su conto estero, Kenya, Svizzera, Costa Rica… ???

Il cretino che compone la folla psicologica difende il capo banda, rendendosi ancor più ridicolo anche a se stesso, nonostante sia consapevole che il capo banda è un soggetto inaffidabile in quanto criminale, che porterà tutti a tempi molto bui.

La caduta, l’arresto o la morte del leader (il capo banda), anche violenta, spegne il delirio della folla psicologica e ne sviluppa il sentimento contrario, la folla psicologica assume la consapevolezza di aver seguito un odioso inconcludente disonesto dannoso soggetto ulteriormente arricchitosi, anche se, al suo posto si insedierà un individuo con annunciate migliori capacità e onestà, risulterà evidente che i danni saranno delle violente rivolte contro il sistema, quel sistema che adotta il metodo politico attuale, il capo ciarlatano e i suoi luogotenenti non hanno nemmeno provato a mettere in discussione il metodo, essendo loro nel metodo politico perfettamente adeguati e abili di comprendere che il problema è il metodo e lo sfruttano, come i magnaccia con la prostituzione.

Milioni di morti, spero saranno i cadaveri dei membri della folla psicologia, li vedremo, la storia insegna.

“BASTA CRETINI”, questo dovrà essere il motto degli Italiani che vogliono pace e prosperità generale.

Il cretino è colui che agisce contro il proprio e collettivo interesse.

Invito tutti, quelli che ne sono ancora capaci, a riflettere.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Domanda facile al Ministro dell’Interno Marco Minniti

Ministro dell’Interno Marco Minnitirisponda a questa domanda!
 
Se un movimento politico non ha uno statuto valido, come può avere presentato le liste elettorali e avere persone elette in Parlamento?
 

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

ROMA: fallimento politico amministrativo a 5 stelle, immaginateli al Governo italiano

L’incapacità politica e amministrativa dei rappresentanti del Movimento 5 Stelle è dimostrata inconfutabilmente nel Comune di Roma.
 
I parlamentari del Movimento 5 Stelle sono incapaci di vedere il problema, vedono solo le conseguenze.
 
Il problema è il metodo politico che si guardano bene dal metterlo in discussione, anzi si sono perfettamente adeguati fingendosi oppositori.
 
Tutti felici persuasi e contenti di credere senza capire che la Repubblica Italiana se davvero fosse fondata sulla sovranità del Popolo e sul Lavoro, le decisioni spetterebbero al Popolo che lavora e soffre di non averlo.
 
Non possiamo ritenere democratico un sistema “metodo politico” che al cittadino riconosce il solo diritto di scegliere votando a ogni legislatura i parlamentari che li bastoneranno 60 piuttosto di 65 volte.
 
M5S, volete governare la Repubblica Italiana? Mettete da subito e pubblicamente in discussione il metodo politico, dimostrerete di non essere uguali agli altri che a chiacchiere dite di detestare ma nei fatti ne condividete il principio che vi tiene incollati alle poltrone, dimostrando che la vostra non è una lotta politica, ma semplicemente la zuffa di un branco di cani per l’osso del potere politico gettatovi dal banchiere. 
Sappiate inoltre che con l’attuale metodo, con le elezioni politiche non si elegge il Governo.
Per governare la Repubblica Italiana occorre la fiducia del Parlamento sancita dall’Articolo 92 della Costituzione Italiana, testo per voi sacro, che avete difeso il 4 dicembre 2016, senza averla letta una volta.
Da tutto questo evinco che siete incapaci e sopratutto ignoranti.
Che Dio protegga il Popolo Italiano dai cretini.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

CON IL M5S IL MARCIO METODO POLITICO NON CAMBIA – ANZI LO DIFENDONO

TUTTO DRAMMATICAMENTE VERO

Parlamentari 5 ESSE, politicamente non valgono nulla, sono incapaci, non conoscono le regole, vogliono elezioni subito convinti di vincere per governare, finora la coerenza al minimo richiesto dal buon senso non l’hanno applicata.
 
– Politicamente non valgono nulla sono incapaci: lo hanno dimostrato con le elezioni politiche del 2013 nonostante raggiunsero un ottimo risultato elettorale, il 25%, decisero spontaneamente di collocarsi all’opposizione rendendosi politicamente irrilevanti, annullando di fatto il loro fantapolitico programma elettorale, tradendo di fatto ogni elettore che credeva alla favola.
 
– Non conoscono le regole, continuano a dire che l’attuale governo e i precedenti sono incostituzionali perché non eletti dal popolo, dimostrando di non essere arrivati a leggere l’art 92 della Costituzione Italiana, che per altro il 4 dicembre 2016 hanno difeso dalle manipolazioni della casta che voleva modificarla per consolidare ulteriormente il potere politico della casta stessa.
 
– Vogliono elezioni subito convinti di vincere per governare,  ignorano che la Repubblica Italiana così come fu costituita e sancito nella Costituzione, non permette l’elezione diretta del Governo, permette solo ed esclusivamente l’elezione dei rappresentanti parlamentari, non basta vincere le elezioni per governare l’Italia, il Governo lo sceglie il Parlamento concedendo la fiducia alle proponibili possibili squadre di Governo, squadre che potranno essere formate solo con accordi, detti in politichese: inciuci di Governo.
– L’incapacità, l’impreparazione, l’inadeguatezza dei soggetti appartenenti al Movimento 5 Stelle di esclusiva proprietà di un pagliaccio spara cazzate, troglodita pregiudicato per reati gravissimi e pertanto non eleggibile, cosa da lui stesso dichiarata.
Con la depensante sindaca di Roma stanno dimostrando inconfutabilmente la totale disconnessione con le realtà politiche di cui il paese ha bisogno.
Fare politica non è un gioco per ragazzi viziati o stupidi, se si vuole combattere il malaffare e la casta criminale che ha distrutto la Repubblica Italiana si devono scegliere persone adeguate e non i figli degli amici a cui si deve un favore per aver salvato il culo in molte occasioni a un milionario troglodita pregiudicato per omicidio, che per altro aveva già tradito tutti gli italiani partecipando al meeting del Britannia il 2 giugno 1992, in quella segreta riunione di criminali si decisero le modalità e tempi per rapinare la nazione con l’imposizione delle privatizzazioni dei beni pubblici (banche, infrastrutture, industrie) e la distruzione della classe politica contraria, che Beppe Grillo, lo ricorderete, con tutta la sua propaganda da perfetto collaborazionista dei potenti criminali finanziari di Wall Street.
 
– La coerenza al minimo richiesto dal buon senso non l’hanno applicata, pur dichiarandosi rivoluzionari si sono ben adattati al metodo politico, dimostrando di ben sguazzare nel tanto peggio che le regole impongono.
I rivoluzionari non si candidano alle elezioni per essere eletti, accettarne lo stipendio e le regole costituzionali.
I rivoluzionari in quanto tali, se autentici, mettono in discussione le regole del metodo politico, questo metodo è il problema, ma i rivoluzionari da operetta non se ne sono accorti, anzi difendono il metodo, felici persuasi e contenti che sia l’unico metodo possibile.
I vicini di casa, gli svizzeri, che grazie alla sovranità popolare di cui sono forti ci ridono in faccia da 70 anni, gli svizzeri sono cittadini sovrani veri, la loro rappresentanza parlamentare non decide nulla ma si attiene all’applicazione della volontà generale del popolo, in Svizzera ogni legge d’interesse cantonale e confederale è votata e applicata solo se la maggioranza dei cittadini l’accetta, anche in questioni monetarie e fiscali, materie che in Italia non è possibile fare un referendum, vietato dall’art. 72.
Un popolo è maturo solo quando ha coscienza del suo potere politico e sa autogovernarsi.
La Svizzera pur essendo al centro fisico dell’Europa, ha la sua moneta sovrana, è fuori dalle regole europee, non ha aderito ai trattati europei, prospera nel benessere generale e nessuno si permette di discutere il loro metodo, forti di una “military power” che coinvolge tutti i cittadini abili e sani di mente.
 
In italia potremmo essere sufficientemente maturi per un governo del popolo ma nessuno ve lo dice o vi istruisce correttamente, anzi vi inducono a credere che la Costituzione Italiana sia la migliore al mondo quando in realtà impone ai cittadini con ostacoli burocraticamente insormontabili di stare lontani dalle decisioni politiche, illudendovi con una finta democrazia che pur non obbligando i cittadini ma consigliando di farlo a ogni legislatura di sentirci liberi di scegliere i parlamentari che ci bastoneranno 60 piuttosto che 65 volte.
Vi vogliono politicamente ignoranti per continuare a vivere nei benefici che il metodo politico criminale garantisce agli appartenenti alla casta politica, che sia fatta di vecchi e nuovi elementi nulla cambierà in forza delle regole imposte, sarà sempre gente pessima, non perdono mai l’occasione di dimostrarsi inadeguati e noi cittadini ignoranti e colpevoli del nostro male, continuiamo a delegarli a gestire il potere, che nei casi peggiori potranno decidere di precettare militarmente i nostri figli e mandarli a combattere un nemico, facendoci credere di crepare per la Patria, quando invece si crepa per gli interessi delle banche e dei loro servi. 
Il troglodita di Genova in qualità di proprietario unico del Movimento 5 Stelle ha fatto delle promesse inutili quanto non mantenibili, le regole nelle quali il movimento sguazza e tramite i suoi rappresentanti parlamentari non saranno messe in discussione e cambiate per fermare il proliferare dei crimini politici contro ogni cittadino, dimostrano la loro dannosa inutilità e confermano quello che ormai l’opinione pubblica pensa: sono il contenitore del dissenso controllato, in attesa del completo traghettamento al NWO senza problemi di ordine pubblico e conseguenze, conoscete la storiella de “la rana bollita”? 
Alle prossime elezioni voterò chi metterà in discussione il metodo politico per cambiarlo, la “democrazia diretta” come dimostrano i cittadini svizzeri non è un’ideologia politica ma il metodo politico democratico migliore, dove ogni cittadino è membro di un parlamento allargato a tutti.  www.democraticidiretti.it

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Grillini, anzi: grillioti, non avete capito un cazzo!

Il grande clamoroso errore dei Grillioti è non aver capito un cazzo sulla DEMOCRAZIA DIRETTA

La “democrazia diretta”, benchè esistono in Italia alcuni movimenti che la propongono, non è un’ideologia all’interno di un metodo politico,
LA DEMOCRAZIA DIRETTA È IL METODO POLITICO.
Finché non si capirà questo, si lascerà che i cialtroni e i mercenari della politica continueranno a sguazzare come maiali nella merda del tanto peggio, senza mai arrivare al tappo per far defluire se stessi e i liquami nella fogna.
Sveglia gente!
 
L’unico vero movimento, aimè, con pochi membri che hanno capito, è questo www.democraticidiretti.it

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280