Aggiornamento colletta pro verità del 7 giugno 2017

FANTASTICO! SUPERATA LA SOGLIA DEI 4OMILA EURO

+ € 40.118,00

grillomarcione###################

La milionaria colletta pro-verità sulla questione Grillo Britannia continua, siamo a +€ 4O.118,00 alle ore 21:36 del 7 giugno 2017

Controllo il mio conto Paypal ogni 10 giorni circa per non stressarmi 😀 

Dal precedente controllo la colletta è aumentata di:

€ 2.699,00

Contribuisci clicca qui:
https://paypal.me/GiovanniSandi

Inesorabilmente arriverà il momento in cui il cialtrone proprietario unico del M5S sarà politicamente linciato dai suoi elettori.

Leggi qui sotto:

Perchè con Paypal? Ho scelto Paypal perchè è comodo e sicuro, chiunque con qualsiasi carta di credito anche prepagata, può sottoscrivere la colletta e in caso di fallimento dell’iniziativa (mancato raggiungimento dell’obiettivo entro un lasso di tempo ragionevole) potrò rimborsarvi tutti con un click del mouse, inoltre se dopo aver contribuito vi sorgessero dubbi e cambiate idea, potrete richiedermi il rimborso inviandomi una mail a g.sandi@tiscali.it con data dell’operazione, importo, nome e cognome, sarete immediatamente rimborsati solo se il video non sarà stato reso pubblico su questo sito web. 

Registratevi nel mio blog, a verifiche effettuate sarete autori e non subirete censure, fino a prova di buona fede: REGISTRATEVI CLICCANDO QUI

 

VIDEO – Poliziotto inglese arresta da solo un pericolosissimo terrorista – lo salva dal linciaggio dei cittadini

Poliziotto inglese arresta da solo un pericolosissimo terrorista, lo salva dal linciaggio dei cittadini, a braccetto senza ammanettarlo lo accompagna al presidio di polizia 😀 😀 😀

 

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

 

TERRORISMO – VIDEO – Poliziotti di Londra si travestono da terroristi

Polizia di Londra: osservate questo video con la massima attenzione e attivate il vostro spirito critico.

BACKSTAGE – FALSE FLAG

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280 

Generale Antonio Pappalardo – le convinzioni mezze sbagliate

Da alcuni giorni sta circolando sul web e nei social networks il video nel quale il Generale Antonio Pappalardo non avendo più una Beretta cal. 9 puntata alle tempie, espone il suo punto di vista politico, se la prende con tutti, dalla classe politica corrotta e infame alla Magistratura che da decenni risulta corrotta, sopratutto sfaticata e inadempiente, peccato che il Generale abbia perso di vista se mai l’abbia visto il problema che genera tutte queste conseguenze, ovvie e scontate.

Generale Antonio Pappalardo, il problema sta nel metodo!

Si, nel METODO POLITICO di cui tutti gli italiani sono stati dalla propaganda persuasi, convinti e felici a pensare che sia l’unico metodo possibile quando con un’attenta analisi delle regole costituzionali risulta essere il peggiore.

 

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

La Svezia abolisce le vaccinazioni obbligatorie perché violano i diritti umani e la Costituzione

La Svezia respinge la mozione sulle vaccinazioni obbligatorie perché violano i diritti della Costituzione

Mogadiscio – 20 marzo 1994

La mattina del 20 marzo 1994 a Mogadiscio: non era Ilaria Alpi l’obbiettivo dei sicari.

L’obbiettivo sarebbe stato Miran Hrovatin.

Ilaria Alpi ebbe la grandissima sfiga di essere a fianco del reporter triestino, insieme stavano lavorando per l’inchiesta sul traffico dei rifiuti tossici.

Gli inquirenti non verranno mai a capo di nulla, se per le indagini considerano come unico possibile punto di partenza l’inchiesta sui rifiuti tossici.

Miran Hrovatin era a conoscenza di altre gravissime cose che coinvolgono nomi importanti che oggi occupano posti di altissimo livello e probabilmente nei nastri da lui girati, che potrebbero essere ancora conservati, ci sono le prove che a bordo del Britannia il 2 giugno 1992, la maffioneria decise le modalità e i tempi per saccheggiare con le privatizzazioni i beni pubblici italiani, distribuendo incarichi per i lavori sporchi.

Andrea Barbato

morto misteriosamente nel 1996 durante un intervento chirurgico, il 2 giugno 1992 era a bordo del Britannia con il cameraman Miran Hrovatin, unica troupe accreditata a bordo della nave, ufficialmente intervistarono sul ponte di coperta per 4 minuti Emma Bonino, colei che in seguito, come ispettore della UE fomentò l’intervento militare dell’ONU e della NATO nei Balcani. (uranio impoverito).

La Emma Bonino

riferì durante la breve intervista con i capelli e foulard al vento: che a bordo della nave c’era anche Beppe Grillo non capendone la ragione.

Miran Hrovatin con una telecamera sotto il braccio si fece un ampio giro sullo yacht inglese, filmando i volti e registrando audio dei partecipanti fingendo di avere la telecamera spenta, ma a qualcuno gli venne il dubbio e ne ordinò la morte.

Se i signori Magistrati delle incorrotte procure iniziassero a indagare partendo dal meeting avvenuto il 2 giugno 1992 a bordo della nave Britannia al largo di Civitavecchia (scortata da due navi da guerra inglesi) forse i mandanti li individuerebbero e i Cittadini italiani verrebbero a conoscenza dello scempio che i pirati finanziari angloamericani hanno prodotto alla nostra economia con la complicità della rinnovata classe politica post Mani Pulite (processo Cusani), periodo nel quale diversi soggetti coinvolti furono misteriosamente suicidati.


#Beppe Grillo,

a bordo del Britannia il 2 giugno 1992 c’eri anche tu, ti ho visto sbarcare dal tender del Britannia e farti infastidire dal giovane babbeo in cerca di scoop, il mestatore Enrico Mentana, ero in porto a osservare, ho le prove.


Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Vaccinato, è morto

“Pochi giorni fa a Ragusa è morto un bimbo di due mesi subito dopo la vaccinazione. Sicuramente ci sarà una autopsia ma credo probabile che si concluderà con l’esclusione della responsabilità del vaccino. In tutti questi casi, infatti, le autopsie, anche quelle disposte dalla magistratura, hanno come unico obiettivo quello di escludere la responsabilità dei vaccini e per questo vengono condotte quasi sempre da medici (anatomopatologi) che ignorano queste problematiche e che dopo accertamenti grossolani concludono con dei referti che escludono i vaccini da ogni responsabilità. Ho potuto partecipare recentemente a due autopsie per sospetto danno da vaccino ed in entrambe l’anatomopatologo non ha voluto eseguire i test da me richiesti, nè il magistrato glieli ha imposti. Anche la prassi di utilizzare la formalina per la conservazione dei campioni gioca a questo fine poichè la formaldeide distrugge tutti i virus, mentre se i campioni fossero congelati ci sarebbero maggiori possibilità di individuare germi o virus o loro frammenti anche dopo molto tempo.
Questo è avvenuto solo nel caso del piccolo Emiliano di Padova dove ho potuto dimostrare con assoluta certezza la responsabilità del vaccino antimorbillo nel decesso solo perchè il CTU ha accolto le mie richieste di esame ed ha conservato correttamente i campioni. In quel caso, per il Ministero, si trattava di una caso di meningite e nonostante sia stato smentito non lo ha mai inserito nei casi di reazione avversa grave a vaccino antimorbillo. Peggio ancora la ASL che ha fatto vaccinare contro la meningite tutti i compagni di asilo del piccolo senza che vi fosse la necessità. Per questo è necessario fornire alle famiglie una informazione corretta per cui – anche quando effettuano la scelta di vaccinare i propri figli – siano informate sui loro diritti nel caso si verifichi una reazione avversa e sappiano cosa fare immediatamente, a chi rivolgersi e quali sono i meccanismi che devono avviare subito per evitare che dopo il danno subiscano anche la beffa di non vedersi riconosciuto il rapporto causale con la vaccinazione e quindi alcun diritto, situazione che oltretutto continuerebbe a negare la giusta informazione a tutti.”
DOTT Dario Miedico (ovviamente è stato radiato perchè nessun dubbio è permesso) 03/07/2015