Aggiornamento colletta pro verità del 7 giugno 2017

FANTASTICO! SUPERATA LA SOGLIA DEI 4OMILA EURO

+ € 40.118,00

grillomarcione###################

La milionaria colletta pro-verità sulla questione Grillo Britannia continua, siamo a +€ 4O.118,00 alle ore 21:36 del 7 giugno 2017

Controllo il mio conto Paypal ogni 10 giorni circa per non stressarmi 😀 

Dal precedente controllo la colletta è aumentata di:

€ 2.699,00

Contribuisci clicca qui:
https://paypal.me/GiovanniSandi

Inesorabilmente arriverà il momento in cui il cialtrone proprietario unico del M5S sarà politicamente linciato dai suoi elettori.

Leggi qui sotto:

Perchè con Paypal? Ho scelto Paypal perchè è comodo e sicuro, chiunque con qualsiasi carta di credito anche prepagata, può sottoscrivere la colletta e in caso di fallimento dell’iniziativa (mancato raggiungimento dell’obiettivo entro un lasso di tempo ragionevole) potrò rimborsarvi tutti con un click del mouse, inoltre se dopo aver contribuito vi sorgessero dubbi e cambiate idea, potrete richiedermi il rimborso inviandomi una mail a g.sandi@tiscali.it con data dell’operazione, importo, nome e cognome, sarete immediatamente rimborsati solo se il video non sarà stato reso pubblico su questo sito web. 

Registratevi nel mio blog, a verifiche effettuate sarete autori e non subirete censure, fino a prova di buona fede: REGISTRATEVI CLICCANDO QUI

 

VIDEO – Poliziotto inglese arresta da solo un pericolosissimo terrorista – lo salva dal linciaggio dei cittadini

Poliziotto inglese arresta da solo un pericolosissimo terrorista, lo salva dal linciaggio dei cittadini, a braccetto senza ammanettarlo lo accompagna al presidio di polizia 😀 😀 😀

 

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

 

Delle due l’una: o sono nemici del Popolo italiano o sono imbecilli.

Non dovevano fare la rivoluzione i grillini?

Non li avevano circondati tutti per mandarli a casa?

No, invece vanno a cena e a pranzo con la maffioneria che ha svuotato le tasche degli italiani, rapinato la nazione imponendo privatizzazioni a tutti i livelli industriali e economici.

Altro che opposizione, si sono dimostrati i migliori collaborazionisti della casta politica sottomessa da decenni alle lobby finanziarie straniere, i vari Di Maio, Dibattista e Fico si atteggiano a leaders senza aver mai messo in discussione il metodo, anzi lo difendono, maiali che sguazzano nel pantano del tanto peggio per un eventuale ma improbabile ritorno elettorale per riprovare a sedersi in Parlamento con la stessa faccia da culo, prometteranno redditi di cittadinanza a un elettorato privo di spirito critico, milioni di ignoranti voteranno questi imbonitori nominati da un criminale, assassino, irresponsabile, colluso fino al midollo con i poteri finanziari che saccheggiarono la nazione, e continuano a farlo, vedi il risultato della ricerca interna di questo blog:

http://www.giovannisandi.com/?s=grillo+mentana+britannia


Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Generale Antonio Pappalardo – le convinzioni mezze sbagliate

Da alcuni giorni sta circolando sul web e nei social networks il video nel quale il Generale Antonio Pappalardo non avendo più una Beretta cal. 9 puntata alle tempie, espone il suo punto di vista politico, se la prende con tutti, dalla classe politica corrotta e infame alla Magistratura che da decenni risulta corrotta, sopratutto sfaticata e inadempiente, peccato che il Generale abbia perso di vista se mai l’abbia visto il problema che genera tutte queste conseguenze, ovvie e scontate.

Generale Antonio Pappalardo, il problema sta nel metodo!

Si, nel METODO POLITICO di cui tutti gli italiani sono stati dalla propaganda persuasi, convinti e felici a pensare che sia l’unico metodo possibile quando con un’attenta analisi delle regole costituzionali risulta essere il peggiore.

 

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Beppe Grillo è un traditore e i suoi elettori dei coglioni – non c’è altra spiegazione

Dopo le deliranti affermazioni di Beppe Grillo e la dichiarazione ufficiale apparsa sul sacro cesso blog in cui viene affermata la posizione del Movimento 5 stelle sulla obbligatorietà dei vaccini.

Sento il solenne dovere di affermare con certezza assoluta che, Beppe Grillo è un irresponsabile e criminale.

Il partito politico di proprietà di Beppe Grillo ottiene il consenso politico da soggetti elettori privi di spirito critico, ignoranti o dementi.

Il partito politico di Grillo ha una rappresentanza parlamentare al 25%, in 4 anni d’attività, questi parlamentari non sono stati capaci di imporre o proporre alcunché di buono e quando avrebbero fatto la differenza, hanno lasciato il parlamento, astenendosi di fatto dal votare contro a quelle leggi antiuomo che il parlamento complice di un governo sempre inadeguato agli interessi del popolo continua a legiferare.

In 4 anni di parlamento con 3 governi, Letta, Renzi e Gentiloni, sorretti da una maggioranza che rappresenta solo interessi della casta politica e delle lobby di appartenenza dei parlamentari e dei membri del governo.

I parlamentari che rispondono alle direttive di Beppe Grillo, si sono opposti solo a chiacchiere imbonendo gli elettori, (trad. “presa per il culo”) dal momento che l’opposizione si realizza votando contro.

Beppe Grillo, il comico che fa cagare, era lui che il 2 giugno 1992 sbarcava dal tender della nave Britannia nel porto di Civitavecchia dopo aver partecipato al meeting dei pirati saccheggiatori dell’economia italiana, Quel giorno ero in porto a Civitavecchia a 20 metri dalla troupe di Canale 5 Con i miei occhi lo vidi sbarcare e intervistare dal babbeo MESTATORE Enrico Mentana per l’edizione straordinaria o speciale del TG5.

(La MAFFIONERIA – sono gli amici del merdaiolo Beppe Grillo, il super milionario padrone di un patrimonio valutato 500 milioni di €uro.)

Il video è stato caricato sul server di questo blog

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Leggete cosa scrive il troglodita di Genova

di MoVimento 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle è a favore delle vaccinazioni e vuole che nel Paese ci sia la massima copertura vaccinale possibile. Noi siamo favorevoli all’obbligatorietà dei quattro vaccini che oggi, per legge, sono gia’ obbligatori, e siamo anche favorevoli all’introduzione di misure di obbligatorieta’ per vaccini che proteggono da malattie per le quali esiste una reale emergenza epidemica (come esiste al momento per il morbillo). Sullo specifico delle misure di obbligatorieta’ come introdotte nel Decreto Lorenzin ci riserviamo di giudicare dopo aver letto il decreto nella sua interezza (e nella sua versione definitiva), e dopo esserci consultati con i nostri esperti nazionali ed internazionali di riferimento. La nostra speranza e’ che su questo tema si possa avere una seria discussione tra tutte le forze politiche, possibilmente senza strumentalizzazioni di alcun genere, vista l’importanza del tema in termini di diritto alla salute individuale e pubblica.

Fatta questa doverosa premessa, il MoVimento 5 Stelle rimane favorevole – in linea generale ma con le dovute specificazioni la cui complessita’ non puo’ essere discussa o riassunta in un comunicato stampa– allo sviluppo di una politica di raccomandazione dei vaccini capillare nel territorio, sostenuta dalle necessarie risorse finanziarie ed infrastrutturali, affinchè le famiglie siano accompagnate dai propri pediatri e dai propri medici verso la vaccinazione, e affinche’ venga rimosso ogni ostacolo pratico alla vaccinazione stesso (in altre parole, un adeguato potenziamento dei servizi a tutti i livelli).

L’approccio che noi proponiamo include anche lo stanziamento di risorse per la creazione di
(i) un anagrafe vaccinale nazionale,
(ii) efficaci meccanismi di monitoraggio della copertura a livello nazionale e regionale,
(iii) la formazione di un comitato indipendente di consulenza composto da esperti del settore (i.e., sul modello americano dell’ ACIP, Advisory Committee on Immunization Policies) con almeno il 50% di rappresentanti internazionali.

Questo approccio, che e’ modellato sulle “immunization policies” dei paesi Scandinavi (e di 47 stati USA su 50), si basa sul coinvolgimento attivo e responsabile della popolazione ed ha anche il notevole vantaggio di creare un patrimonio di fiducia reciproca tra cittadini ed istituzioni che potra’ essere usato per implementare ogni altra politica di prevenzione sanitaria (alimentazione, allattamento, attivita’ fisica, etc). Come spiegato precedentemente, questa posizione di fondo in favore di un approccio “persuasivo” alla vaccinazione include clausole di salvaguardia che introducono misure coercitive (i.e., “obbligo”) in caso di emergenze epidemiche oppure di cadute della copertura vaccinale sotto le soglie che garantiscono l’immunità di gregge.

Va da se’ che questo tipo di approccio non può essere considerato ne’ interpretato in alcun modo come una posizione più morbida nei confronti dell’anti-vaccinismo, che e’ un fenomeno senza alcuna base scientifica che noi rigettiamo completamente. Al contrario, noi crediamo che il tipo di persuasione attiva e capillare cosi’ delineato rappresenti il modo migliore per sconfiggere ogni forma di “vaccine hesitancy” e “vaccine resistance” in modo completo e duraturo. In questo senso noi respingiamo fortemente qualsiasi insinuazione su una presunta equazione “obbligo contro non-obbligo = pro-vaccini contro anti-vaccini”, che e’ del tutto insensata dal punto di vista scientifico.

Come detto all’inizio del comunicato, noi confidiamo sul fatto che su questo tema cosi’ importante si possa avere una discussione seria ed informata tra tutte le forze politiche italiane. Sarebbe la soluzione giusta per tutti, ed il modo migliore per sviluppare insieme la miglior “immunization policy” per il nostro Paese.


Beppe Grillo, ma vaffanculo te e tutti i partecipanti al meeting del Britannia del 2 giugno 1992.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Mogadiscio – 20 marzo 1994

La mattina del 20 marzo 1994 a Mogadiscio: non era Ilaria Alpi l’obbiettivo dei sicari.

L’obbiettivo sarebbe stato Miran Hrovatin.

Ilaria Alpi ebbe la grandissima sfiga di essere a fianco del reporter triestino, insieme stavano lavorando per l’inchiesta sul traffico dei rifiuti tossici.

Gli inquirenti non verranno mai a capo di nulla, se per le indagini considerano come unico possibile punto di partenza l’inchiesta sui rifiuti tossici.

Miran Hrovatin era a conoscenza di altre gravissime cose che coinvolgono nomi importanti che oggi occupano posti di altissimo livello e probabilmente nei nastri da lui girati, che potrebbero essere ancora conservati, ci sono le prove che a bordo del Britannia il 2 giugno 1992, la maffioneria decise le modalità e i tempi per saccheggiare con le privatizzazioni i beni pubblici italiani, distribuendo incarichi per i lavori sporchi.

Andrea Barbato

morto misteriosamente nel 1996 durante un intervento chirurgico, il 2 giugno 1992 era a bordo del Britannia con il cameraman Miran Hrovatin, unica troupe accreditata a bordo della nave, ufficialmente intervistarono sul ponte di coperta per 4 minuti Emma Bonino, colei che in seguito, come ispettore della UE fomentò l’intervento militare dell’ONU e della NATO nei Balcani. (uranio impoverito).

La Emma Bonino

riferì durante la breve intervista con i capelli e foulard al vento: che a bordo della nave c’era anche Beppe Grillo non capendone la ragione.

Miran Hrovatin con una telecamera sotto il braccio si fece un ampio giro sullo yacht inglese, filmando i volti e registrando audio dei partecipanti fingendo di avere la telecamera spenta, ma a qualcuno gli venne il dubbio e ne ordinò la morte.

Se i signori Magistrati delle incorrotte procure iniziassero a indagare partendo dal meeting avvenuto il 2 giugno 1992 a bordo della nave Britannia al largo di Civitavecchia (scortata da due navi da guerra inglesi) forse i mandanti li individuerebbero e i Cittadini italiani verrebbero a conoscenza dello scempio che i pirati finanziari angloamericani hanno prodotto alla nostra economia con la complicità della rinnovata classe politica post Mani Pulite (processo Cusani), periodo nel quale diversi soggetti coinvolti furono misteriosamente suicidati.


#Beppe Grillo,

a bordo del Britannia il 2 giugno 1992 c’eri anche tu, ti ho visto sbarcare dal tender del Britannia e farti infastidire dal giovane babbeo in cerca di scoop, il mestatore Enrico Mentana, ero in porto a osservare, ho le prove.


Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280