Abracadabra: Grillo è pronto per il vaffanculo finale

Una fine tristissima, gli amici, che poi amici non sono, lo abbandoneranno. gli unici amici veri che ebbe in passato, li buttò giù da burrone con tutta la jeep.

Anzi lo metteranno nella merda, i famosissimi: non amici di Wall Street!! 😀

Al sistema finanziario, non servirà più, la rapina è quasi finita, inoltre ha quasi 70 anni, il vecchio spara cazzate che si sta rincoglionendo sempre di più, da quando Il badante se ne è andato, è un susseguirsi di eventi imbarazzanti 😀

Dal 2 giugno 1992, quando si prostituì ai banchieri internazionali, e non era un ragazzino incapace di intendere, sapeva benissimo quello che faceva e quanto avrebbe intascato, sono trascorsi 25 anni, un periodo lunghissimo, ottimo lavoro, dal punto di vista dei non amici, sbarcato dal Britannia con il foglietto dei compiti in tasca, la prima persona che vide sulla banchina del porto di Civitavecchia fu quel  bugiardo tesserato al PSI Enrico Mentana.

Beppe Grillo, in ogni apparizione televisiva e pubblica, non perdeva l’occasione per diffamare, infangare i socialisti e Craxi, collaborava a creare quel clima d’odio per distruggere la parte politica che si opponeva alle privatizzazioni, vi ricordate come inveiva contro chi disse NO alle speculazioni, mentre George Soros con la collaborazione di Carlo Azelio Ciampi si fregava 30.000 miliardi di lire dalle riserve italiane custodite in Banca d’Italia, facendo uscire per 18 mesi il paese dallo SME, subimmo il 30% di svalutazione, fu l’inizio dell’agonia economica delle 1936,27 lire per 1 Euro.

Mai una parola contro i non amici delle banche d’affari americane, che per renderlo credibile all’opinione pubblica, gli passavano sottobanco le notizie prima che accadessero, al magistrato curioso disse che leggeva le carte, ma di quali carte parlava? Il magistrato non ne ha voluto saperne, erano i pizzini che arrivavano da Wall Street e giù ad arricchirsi in aggiotaggio.

Grillo, dove andrai in esilio, in Kenya o in Costa Rica?

I banchieri non possono più fidarsi di te, sei avido, corrotto, irresponsabile, taccagno e stronzo, pronto a tradire come hai tradito gli italiani, come tale sarai trattato dagli stessi che ti hanno usato. E come per Craxi, ti riserveranno il trattamento speciale: inventeranno che ti sei intascato milioni di euro su un conto bancario alle Cayman Islands.

Grillo, vaffanculo!


Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

La battaglia che non si combatte [Alceste]

La geopolitica è interessante, appassionante e ci consente di tifare come juventini e interisti, ma in Italia non esiste che un conflitto: quello del patriziato italiano contro il resto del paese. Il patriziato, che assomma circa il 20% degli italiani, è assai variegato al suo interno. Ne fanno parte, infatti, personaggi fra loro apparente diversi: Prodi e Monti, capoccia dell’ANM … Continua a leggere→

Sorgente: La battaglia che non si combatte [Alceste]

CON IL M5S IL MARCIO METODO POLITICO NON CAMBIA – ANZI LO DIFENDONO

TUTTO DRAMMATICAMENTE VERO

Parlamentari 5 ESSE, politicamente non valgono nulla, sono incapaci, non conoscono le regole, vogliono elezioni subito convinti di vincere per governare, finora la coerenza al minimo richiesto dal buon senso non l’hanno applicata.
 
– Politicamente non valgono nulla sono incapaci: lo hanno dimostrato con le elezioni politiche del 2013 nonostante raggiunsero un ottimo risultato elettorale, il 25%, decisero spontaneamente di collocarsi all’opposizione rendendosi politicamente irrilevanti, annullando di fatto il loro fantapolitico programma elettorale, tradendo di fatto ogni elettore che credeva alla favola.
 
– Non conoscono le regole, continuano a dire che l’attuale governo e i precedenti sono incostituzionali perché non eletti dal popolo, dimostrando di non essere arrivati a leggere l’art 92 della Costituzione Italiana, che per altro il 4 dicembre 2016 hanno difeso dalle manipolazioni della casta che voleva modificarla per consolidare ulteriormente il potere politico della casta stessa.
 
– Vogliono elezioni subito convinti di vincere per governare,  ignorano che la Repubblica Italiana così come fu costituita e sancito nella Costituzione, non permette l’elezione diretta del Governo, permette solo ed esclusivamente l’elezione dei rappresentanti parlamentari, non basta vincere le elezioni per governare l’Italia, il Governo lo sceglie il Parlamento concedendo la fiducia alle proponibili possibili squadre di Governo, squadre che potranno essere formate solo con accordi, detti in politichese: inciuci di Governo.
– L’incapacità, l’impreparazione, l’inadeguatezza dei soggetti appartenenti al Movimento 5 Stelle di esclusiva proprietà di un pagliaccio spara cazzate, troglodita pregiudicato per reati gravissimi e pertanto non eleggibile, cosa da lui stesso dichiarata.
Con la depensante sindaca di Roma stanno dimostrando inconfutabilmente la totale disconnessione con le realtà politiche di cui il paese ha bisogno.
Fare politica non è un gioco per ragazzi viziati o stupidi, se si vuole combattere il malaffare e la casta criminale che ha distrutto la Repubblica Italiana si devono scegliere persone adeguate e non i figli degli amici a cui si deve un favore per aver salvato il culo in molte occasioni a un milionario troglodita pregiudicato per omicidio, che per altro aveva già tradito tutti gli italiani partecipando al meeting del Britannia il 2 giugno 1992, in quella segreta riunione di criminali si decisero le modalità e tempi per rapinare la nazione con l’imposizione delle privatizzazioni dei beni pubblici (banche, infrastrutture, industrie) e la distruzione della classe politica contraria, che Beppe Grillo, lo ricorderete, con tutta la sua propaganda da perfetto collaborazionista dei potenti criminali finanziari di Wall Street.
 
– La coerenza al minimo richiesto dal buon senso non l’hanno applicata, pur dichiarandosi rivoluzionari si sono ben adattati al metodo politico, dimostrando di ben sguazzare nel tanto peggio che le regole impongono.
I rivoluzionari non si candidano alle elezioni per essere eletti, accettarne lo stipendio e le regole costituzionali.
I rivoluzionari in quanto tali, se autentici, mettono in discussione le regole del metodo politico, questo metodo è il problema, ma i rivoluzionari da operetta non se ne sono accorti, anzi difendono il metodo, felici persuasi e contenti che sia l’unico metodo possibile.
I vicini di casa, gli svizzeri, che grazie alla sovranità popolare di cui sono forti ci ridono in faccia da 70 anni, gli svizzeri sono cittadini sovrani veri, la loro rappresentanza parlamentare non decide nulla ma si attiene all’applicazione della volontà generale del popolo, in Svizzera ogni legge d’interesse cantonale e confederale è votata e applicata solo se la maggioranza dei cittadini l’accetta, anche in questioni monetarie e fiscali, materie che in Italia non è possibile fare un referendum, vietato dall’art. 72.
Un popolo è maturo solo quando ha coscienza del suo potere politico e sa autogovernarsi.
La Svizzera pur essendo al centro fisico dell’Europa, ha la sua moneta sovrana, è fuori dalle regole europee, non ha aderito ai trattati europei, prospera nel benessere generale e nessuno si permette di discutere il loro metodo, forti di una “military power” che coinvolge tutti i cittadini abili e sani di mente.
 
In italia potremmo essere sufficientemente maturi per un governo del popolo ma nessuno ve lo dice o vi istruisce correttamente, anzi vi inducono a credere che la Costituzione Italiana sia la migliore al mondo quando in realtà impone ai cittadini con ostacoli burocraticamente insormontabili di stare lontani dalle decisioni politiche, illudendovi con una finta democrazia che pur non obbligando i cittadini ma consigliando di farlo a ogni legislatura di sentirci liberi di scegliere i parlamentari che ci bastoneranno 60 piuttosto che 65 volte.
Vi vogliono politicamente ignoranti per continuare a vivere nei benefici che il metodo politico criminale garantisce agli appartenenti alla casta politica, che sia fatta di vecchi e nuovi elementi nulla cambierà in forza delle regole imposte, sarà sempre gente pessima, non perdono mai l’occasione di dimostrarsi inadeguati e noi cittadini ignoranti e colpevoli del nostro male, continuiamo a delegarli a gestire il potere, che nei casi peggiori potranno decidere di precettare militarmente i nostri figli e mandarli a combattere un nemico, facendoci credere di crepare per la Patria, quando invece si crepa per gli interessi delle banche e dei loro servi. 
Il troglodita di Genova in qualità di proprietario unico del Movimento 5 Stelle ha fatto delle promesse inutili quanto non mantenibili, le regole nelle quali il movimento sguazza e tramite i suoi rappresentanti parlamentari non saranno messe in discussione e cambiate per fermare il proliferare dei crimini politici contro ogni cittadino, dimostrano la loro dannosa inutilità e confermano quello che ormai l’opinione pubblica pensa: sono il contenitore del dissenso controllato, in attesa del completo traghettamento al NWO senza problemi di ordine pubblico e conseguenze, conoscete la storiella de “la rana bollita”? 
Alle prossime elezioni voterò chi metterà in discussione il metodo politico per cambiarlo, la “democrazia diretta” come dimostrano i cittadini svizzeri non è un’ideologia politica ma il metodo politico democratico migliore, dove ogni cittadino è membro di un parlamento allargato a tutti.  www.democraticidiretti.it

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

LA GLOBALIZZAZIONE

Ogni giorno che passa ho sempre più evidente la certezza che la globalizzazione viene indirizzata e interpretata nel senso della realizzazione dell’ampliamento della porzione di ricchezze e potere politico di cui pochi si appropriano. (mafie)

Significa che ci sono due processi, il primo nascosto dal secondo:

1) Il processo di accumulazione e concentrazione delle risorse. (sotto il controllo di pochi individui – secondo un modello piramidale politico mafioso, non importa quale che sia l’ideologia che lo ammanta)

2) Con “globalizzazione” si dovrebbe intendere: il processo di ampliamento dell’area di scambio e della quantità di informazioni e risorse. Questo processo è stimolato dalla crescente velocizzazione degli spostamenti, e dalla riduzione dei loro costi, l’umanità è globalizzata da patti naturali, che nessuno prevalga sui territori altrui e rimanga nel suo e sviluppi l’economia di scambio con le proprie risorse.

La globalizzazione è il target del NWO (Nuovo Ordine Mondiale).

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

VIDEO – Confessioni di un prete pericoloso

!! SCONVOLGENTE !!

Confessioni di un prete pericoloso

LE TRE ARISTOCRAZIE

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Sergiuzzo Tirapasta – DISCORSO DI CAPODANNO

DISCORSO DI CAPODANNO 2017

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

BALASSO 2017

2017

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280