Europredazione (cronologia di una dittatura)

DIVORZIO TRA BANCA D’ITALIA E MINISTERO DEL TESORO – luglio 1981
L’autonomia della sovranità monetaria affidata alla privata Banca Centrale d’Italia è stata introdotta a partire dal luglio 1981, col divorzio tra Banca d’Italia e Ministero del Tesoro deciso dal Ministro del Tesoro BENIAMINO ANDREATTA (partecipò nel giugno 1992 a Civitavecchia al complotto ordito contro lo Stato italiano, organizzato nel Britannia, il panfilo della regina inglese), con una semplice lettera all’allora Governatore di Bankitalia CARLO AZEGLIO CIAMPI (ricompensato con la carica di Presidente della Repubblica proprio per questi suoi servigi), in cui sollevava la Banca Centrale dall’obbligo di acquistare quei titoli di Stato che il Tesoro non riusciva a collocare altrove sul mercato.

Leggi tutto “Europredazione (cronologia di una dittatura)”

Abracadabra: Grillo è pronto per il vaffanculo finale

Una fine tristissima, gli amici, che poi amici non sono, lo abbandoneranno. gli unici amici veri che ebbe in passato, li buttò giù da burrone con tutta la jeep.

Anzi lo metteranno nella merda, i famosissimi: non amici di Wall Street!! 😀

Al sistema finanziario, non servirà più, la rapina è quasi finita, inoltre ha quasi 70 anni, il vecchio spara cazzate che si sta rincoglionendo sempre di più, da quando Il badante se ne è andato, è un susseguirsi di eventi imbarazzanti 😀

Dal 2 giugno 1992, quando si prostituì ai banchieri internazionali, e non era un ragazzino incapace di intendere, sapeva benissimo quello che faceva e quanto avrebbe intascato, sono trascorsi 25 anni, un periodo lunghissimo, ottimo lavoro, dal punto di vista dei non amici, sbarcato dal Britannia con il foglietto dei compiti in tasca, la prima persona che vide sulla banchina del porto di Civitavecchia fu quel  bugiardo tesserato al PSI Enrico Mentana.

Beppe Grillo, in ogni apparizione televisiva e pubblica, non perdeva l’occasione per diffamare, infangare i socialisti e Craxi, collaborava a creare quel clima d’odio per distruggere la parte politica che si opponeva alle privatizzazioni, vi ricordate come inveiva contro chi disse NO alle speculazioni, mentre George Soros con la collaborazione di Carlo Azelio Ciampi si fregava 30.000 miliardi di lire dalle riserve italiane custodite in Banca d’Italia, facendo uscire per 18 mesi il paese dallo SME, subimmo il 30% di svalutazione, fu l’inizio dell’agonia economica delle 1936,27 lire per 1 Euro.

Mai una parola contro i non amici delle banche d’affari americane, che per renderlo credibile all’opinione pubblica, gli passavano sottobanco le notizie prima che accadessero, al magistrato curioso disse che leggeva le carte, ma di quali carte parlava? Il magistrato non ne ha voluto saperne, erano i pizzini che arrivavano da Wall Street e giù ad arricchirsi in aggiotaggio.

Grillo, dove andrai in esilio, in Kenya o in Costa Rica?

I banchieri non possono più fidarsi di te, sei avido, corrotto, irresponsabile, taccagno e stronzo, pronto a tradire come hai tradito gli italiani, come tale sarai trattato dagli stessi che ti hanno usato. E come per Craxi, ti riserveranno il trattamento speciale: inventeranno che ti sei intascato milioni di euro su un conto bancario alle Cayman Islands.

Grillo, vaffanculo!


Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Sergiuzzo Tirapasta – DISCORSO DI CAPODANNO

DISCORSO DI CAPODANNO 2017

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Quel cialtrone di Beppe Grillo non si smentisce mai…

Quel cialtrone di Beppe Grillo, vendutosi come una puttana ai poteri finanziari di Wall Street il 2 giugno 1992 a bordo della nave Britannia non si smentisce mai, adesso lamenta un’eventuale costituzione di un ente per il controllo delle cazzate su internet, ovvio la galassia di siti web gestiti dalla Casaleggio Associati verranno colpiti, sono loro a diffondere tutte le cazzate del web, se avessimo la memoria a posto, ricorderemo che prima dell’avvento del sacro cesso blog di proprietà del troglodita di Genova, curato dalla Casaleggio, il web non era il mare di merda che fu dopo e sopratutto è adesso.

A che scopo tutti questi siti portatori di bufale?

PIATTO RICCO MI CI FICCO:

Semplice, più casino c’è e più incassano con bonifico bancario dalle pubblicità che appaiono in questi siti colmi di merda, nei quali per leggere le stonzate che pubblicano occorre cliccare decine di volte sul “continua” e le visioni pubblicitarie cambiano cambiando pagina, vedete cari amici, riconoscere un sito poco serio è facile, basta contare i banner pubblicitari in esso contenuti e quante cliccate dovrete effettuare per leggere un testo che generalmente è scritto male, rivela niente di importante, oppure  è una solenne minchiata se non addirittura una cosa del tutto inventata, mai accaduta o diffamante.

Qualunque stronzata va bene per indurvi a subire noiosissimi video spot pubblicitari e banner.

Colpire questi siti web, danneggia i parassiti del web coloro che spargono merda ovunque.

Se il cialtrone Beppe Grillo si lamenta 😀 ne avrà un buon motivo?

Basta parassiti, basta Beppe Grillo, basta Casaleggio Associati, insomma: #basta-merdaweb.

Vedete il mio sito, si, questo sito, non ha alcun banner pubblicitario, non vi chiede di cliccare per aggiornare i banner pubblicitari. consiglio ai grillioti di svegliarsi e iniziare a assumere un atteggiamento più obiettivo nei confronti dei cialtroni politici e del web.

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280

Quando uno è cretino…

Tempi duri per il M5S, le elezioni politiche saranno il funerale del movimento, l’esito delle elezioni la sepoltura definitiva.

  • Il troglodita di Genova deve scegliere come far morire il M5S incolperà gli elettori, non avrà firme vere sufficienti per presentare le liste elettorali, ma siccome ha in Parlamento qualche senatore candidato nel 2013 con firme elettorali false, le firme in questa nuova tornata elettorale non saranno richieste per chi ha almeno un Senatore in carica, così non supererebbe la quota di sbarramento, anche la gente che fa più schifo se ne è accorta che è il leader è un cialtrone non rivoteranno di sicuro, di conseguenza il troglodita tutto cazzo, merda e vaffanculo, sarà costretto a cercare un’alleanza con qualche partito, mica potrà allearsi con Renzi 😀 ammesso di trovarne un leader di partito a destra che possa fidarsi del traditore degli elettori, potrà forse trovare un’alleanza che imporrà una netta riduzione dei candidati rispetto alle elezioni precedenti.
    Insomma, ha votato NO al Referendum Costituzionale per fottere Matteo Renzi, della costituzione non poteva fregargli di meno, manco l’ha letta, continuava a dire erroneamente che Renzi era un illegittimo Presidente del Consiglio non essendo stato eletto dal Popolo, dimostrando di non sapere cosa c’è sancito nell’Articolo 92 della C.I.
    Ha praticamente assassinato il Movimento 5 Stelle, che fu edificato con il duro lavoro di decine di migliaia di attivisti volontari in buona fede ma piuttosto ignoranti e senza alcun interesse economico, anzi molti di loro ci hanno rimesso denaro che possono a questo punto considerare perso.
    Oggi il M5S esiste solo per le poltrone indegnamente occupate in Parlamento, nessun elettore approvò di rinunciare ad un accordo di Governo, su scelta di Grillo fu imposta la rinuncia ponendosi volontariamente a fare opposizione che poi si rivelò una finzione politica evidentissima, l’impeachment contro Napolitano furono solo chiacchiere, la legge per la cancellazione del reato di clandestinità nemmeno il peggior Renzi e ogni membro del PD ebbe il coraggio di pensarla, ma gli uomini di Grillo la pensarono, la scrissero e la proposero, fu approvata dalla maggioranza, mentre i grillioti uscendo dall’aula si astenerono dal votare ciò che proposero, un TSO per i parlamentari di Grillo non fu preso in considerazione e la Casta si complimentò con gli utili idioti.
    Manca Casaleggio da 8 mesi, come passa il tempo 😀 ci siamo accorti che Grillo è un perfetto cretino in balia di se stesso.
    Il cretino è colui che agisce contro il proprio e collettivo interesse, se di interesse collettivo Grillo si fosse realmente mai occupato nei fatti.
    Mentre Renzi si guarda intorno per trovare la strada più breve per il suo nuovo posto di lavoro presso Banca Etruria filiale di Ginevra.
    😀 😀 😀
     
     Noi cittadini sovrani iniziamo a preparare bastoni e sassi per manifestare il nostro stupore di fronte a tanta coerenza e onestà 😀
    Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280   

Renzi Verdini Alfano – i nuovi padri costituenti – ma andate a cagare!

I nuovi padri costituenti? 😀 😀

mandiamoli a cagare
Nessuno dei 3 è da ritene degno di scrivere una parola per la Costituzione in nome del Popolo Italiano.

Renzi, Verdini, Alfano, nessuno dei 3 è da ritenersi degno di scrivere una Costituzione in nome del Popolo Italiano. 

CITTADINI ITALIANI VOTATE NO!

Giovanni Sandi – g.sandi@tiscali.it – 338 8158280